Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tegola per l’Olanda, niente Van Dijk agli Europei: “È dura, ma è la scelta migliore…”

BIRMINGHAM, ENGLAND - OCTOBER 04: Virgil van Dijk of Liverpool reacts after Aston Villa score their 7th goal during the Premier League match between Aston Villa and Liverpool at Villa Park on October 04, 2020 in Birmingham, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Peter Powell - Pool/Getty Images)

Van Dijk sì o Van Dijk no? Questo il grande dubbio dell'Olanda da quando il difensore si è rotto il crociato. E ora è lo stesso Van Dijk a fare chiarezza su cosa combinerà questa estate: agli Europei il centrale olandese non ci sarà.

Redazione Il Posticipo

Van Dijk sì o Van Dijk no? Questo il grande dubbio dell'Olanda, che da quando il centrale del Liverpool si è rotto il legamento crociato ormai sette mesi fa non ha fatto altro che cercare di capire se il capitano degli Oranje sarebbe stato pronto per gli Europei. Per lui ovviamente De Boer aveva lasciato un posto, pur immaginando che il difensore non sarebbe stato al top. Dalle parti di Anfield, invece, Klopp sperava che il suo calciatore decidesse di non andare, per recuperare al meglio in vista della prossima stagione dopo un'annata non certo positiva per i Reds. E ora è lo stesso Van Dijk a fare chiarezza su cosa combinerà questa estate: agli Europei il centrale olandese non ci sarà.

RIABILITAZIONE - Lo ha spiegato il calciatore in un'intervista sul sito ufficiale del Liverpool, facendo un punto sulle sue condizioni e soprattutto sulla scelta che stava lasciando tutti col fiato sospeso. "Sto bene, mi sento positivo e pieno di energia, sto lavorando duro. È stato un periodo davvero complicato, ma ora sto meglio e le cose vanno avanti come previsto. Sette mesi fa mi sono infortunato ed è stato un percorso molto molto lungo. Ho dovuto prendermi del tempo e fare tutto a piccoli passi. Le cose sono andate bene, non ho avuto alcuna ricaduta o ritardo nella riabilitazione, ma nell'ultimo periodo ho dovuto farmi una domanda e prendere una decisione: sarei riuscito ad andare agli Europei, sì o no?".

 (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

NO AGLI EUROPEI - E la risposta alla fine è stata un no."Con tutto quello che mi è successo, penso che fisicamente la decisione giusta sia quella di non andare e di fare l'ultima fase della mia riabilitazione durante il periodo di pausa estiva. Quindi mi concentrerò sulla preparazione con il club e arrivarci in buone condizioni è un obiettivo realistico, quindi non vedo l'ora. Ovviamente sono assolutamente tristissimo di perdermi gli Europei e di non avere la possibilità di guidare la mia nazionale in campo, ma le cose sono andate così e devo accettarlo, dobbiamo farlo tutti. Credo che la decisione di non andare sia quella giusta, guardando le cose nella loro interezza. È dura, ma alla fine me ne sono fatto una ragione". Klopp certamente sarà felice, De Boer un po' meno.