Tegola City, Aguero fuori due mesi e Guardiola studia soluzioni. Anche sul mercato…

Il tecnico conferma che l’attaccante argentino avrà un lungo periodo di stop. E pensa anche a soluzioni per non sentirne la mancanza.

di Redazione Il Posticipo

Tegola City. Aguero starà fuori almeno sino a novembre. Due mesi, per recuperare dall’infortunio al ginocchio. Lo ha confermato, come riportato da manchestereveningnews, anche Pep Guardiola.

OUT – Il 32enne attaccante argentino si è infortunato il 22 giugno in una partita di campionato contro il Burnley e da allora ha perso 10 partite in Inghilterra e  due in Champions League. E il suo recupero sembra discretamente lontano. “Aguero si è allenato a parte, ma potrebbe non essere pronto per un altro mese o due. Sapevamo che l’infortunio era complicato e Sergio non è un giocatore che si rimette in forma velocemente. Serviranno due mesi”. Quanto basta per andare a caccia di soluzioni.

ALTERNATIVE – Guardiola dunque deve andare a caccia di soluzioni. La prima e più naturale, prevede l’inserimento in pianta stabile di Gabriel Jesus, apprezzato dal tecnico nonché fra i pochi ad essere in piena forma non avendo dovuto rispondere a convocazioni né essendosi sobbarcato viaggi. Il problema è trovare la via della rete con continuità. Esattamente come Sterling, che potrebbe interpretare il ruolo di falso nueve ma deve ritrovare la freddezza negli ultimi sedici metri. L’errore di Lione pesa ancora tantissimo.

MERCATO – Le altre soluzioni portano inevitabilmente al mercato, anche perché Aguero viaggia comunque verso i 33 anni e non è integro. Guardiola lo adora, ma prima o poi dovrà iniziare la ricerca di un suo successore. Del resto il City era già interessati all’acquisto di un attaccante sin dai primi giorni di mercato. E considerando quanto abbia speso la concorrenza per rinforzarsi, anche i citizens dovranno muoversi. Una ulteriore alternativa è pescare nella Academy dove si sta facendo largo Liam Delap. Ha 17 anni ed è uno dei più prolifici ma anche… nervosi. Nella sua ultima uscita è stato espulso e il concetto di indisciplina si estenderebbe anche a livello tattico. Sarebbe una scommessa troppo grande per le ambizioni del City.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy