Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tedesco non si fida dell’Atalanta. “Sono forti quanto noi e giocano meglio fuori casa”

GELSENKIRCHEN, GERMANY - MARCH 03: Head coach Domenico Tedesco looks on prior to the Bundesliga match between FC Schalke 04 and Hertha BSC at Veltins-Arena on March 3, 2018 in Gelsenkirchen, Germany. (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

Il tecnico del Lipsia, alla vigilia dell'andata dei quarti di finale di Europa League invita i suoi alla massima concentrazione.

Redazione Il Posticipo

Domenico Tedesco non si lascia ingannare dagli alti e bassi dell'Atalanta. Il tecnico del Lipsia, alla vigilia dell'andata dei quarti di finale di Europa League invita i suoi alla massima concentrazione. Le sue parole in conferenza sono riprese da tuttoatalanta.com.

ITALIA - Il Lipsia nuovamente fra le big d'Europa. E con la possibilità di arrivare sino in fondo. La sfida con l'Atalanta ha un suo fascino per un italiano che non ha mai allenato in Italia.  "Ho diversi contatti in Italia come è normale che sia e non vedo l'ora di giocare questa partita ma scende in campo il Lipsia, non io. Per noi è una gara molto importante, possiamo tornare a giocarsi una semifinale. Non so se in Italia avrei avuto le stesse opportunità non ci ho mai pensato anche perché vivo in Germania da quando avevo tre anni. Ovviamente seguo da sempre il calcio italiano ed è un po' diverso, le strutture un po' più vecchie, ma si sente e si respira comunque aria di calcio importante. C'è molta tattica, si sbaglia poco, anche nella costruzione".

ATALANTA - Dal generale al particolare. L'Atalanta è uno degli avversari più complicati da affrontare specie in considerazione dell'alto quarto di finale nel tabellone che vede il Lipsia o la Dea incrociare la vincente di Rangers - Braga. "Ci sono tante squadre che possono vincere questa coppa. I Rangers hanno eliminato il Borussia Dortmund, da questo momento in poi sono tutte finali anticipate.  Ho studiato l'avversario, anche dal vivo. L'Atalanta è una squadra molto simile a noi anche come forza. Gioca in calcio molto intenso e mette tantissima fisicità in campo. Credo sia necessario in serio distinguo fra campionato ed Europa League. E comunque sono stati anche penalizzati da tanti infortuni. Hanno perso Ilicic e Zapata. Questa è una squadra che era avanti di due gol in casa dello United hanno vinto a Liverpool, ad Amsterdam e pareggiato in casa del City In una qualificazione che si gioca su due partite servirà molta pazienza. Siamo stati in grado di ottenere risultati anche lontano da casa, ma non è sufficiente anche perché i nostri avversari sono andati a prendersi la qualificazione a Leverkusen".