Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tebas scatenato: “Felice per il Real, il Barça non può permettersi Lewandowski. PSG? Spagna – Francia 33-0…”

tebas

Il numero uno del calcio spagnolo non lascia spazio alle interpretazioni.

Redazione Il Posticipo

Javier Tebas, presidente di LaLiga, ha partecipato all'Europa Press Breakfasts e ha adffrontato diversi argomenti: dalla denuncia contro il PSG davanti alla UEFA e ad altre istituzioni per il Financial Fair Play, sino al rapporto con il Real e il Barcellona. Le sue parole sono riprese da AS.

REAL  - La Spagna ancora in cima all'Europa. "Le vittorie del Real Madrid sono anche le vittorie della Spagna. Uno dei successi più complicati. A due anni e mezzo dalla pandemia il club  ha dimostrato che vincere non è solo una questione di soldi. Come club continua a rappresentarci ma ci sono altre questioni più personali su cui non siamo d'accordo. Non ho inviato un messaggio a Florentino. Ha vimto ma la Superlega sarà sempre nella sua testa. Molti club non si rendono conto che il mondo del calcio non è fatto soli dai grandi club".

FRANCIA - Inevitabile non parlare del reclamo su Mbappé: "La gente mi conosce dico quello che penso. E a Nasser, ho detto di smetterla di barare, sta solo rovinando il calcio. La UEFA ha sanzionato PSG e City, ma sono stati assolti dal TAS. Con una risoluzione molto strana. È pericoloso quanto il progetto della Super League. E comunque la Liga dal 2000 h vinto 33 titoli europei. La Francia 0. Andrei comunque a cena con Al Khelaïfi, sarebbe una discussione a breve termine. Non come con Florentino, insomma".

Tebas scatenato: “Felice per il Real, il Barça non può permettersi Lewandowski. PSG? Spagna – Francia 33-0…”- immagine 2

BARCELLONA - Il numero uno del calcio spagnolo ne ha anche per il Barcellona. E rompe le uova nel paniere nella trattativa Lewandowski. "Il Barcellona sa cosa deve fare. Conoscono perfettamente il controllo economico. Non so a chi venderanno, ma devono fatturare di più e nel contempo alleggerire il bilancio. Hanno accumulato troppi debiti. Molto semplicemente, il Madrid ha la dispensa piena e il Barcellona l'ha vuota. Oggi non può ingaggiare Lewandowski. In generale la salute del calcio però sembra migliore rispetto allo scorso anno, i soldi torneranno a circolare non come prima del 2020 ma sicuramente più del 2021".