Tebas: “La Superliga genererebbe un danno economico”

I grandi club europei sembrano volersi organizzare, con l’appoggio della FIFA, in una nuova competizione. Per Javier Tebas sarebbe una soluzione estremamente dannosa.

di Redazione Il Posticipo

I grandi club europei sembrano volersi organizzare, con l’appoggio della FIFA, in una nuova competizione. La finalità è quella di giocare in campionati più equilibrati e massimizzare i profitti. Non tutti, però, sono d’accordo. In Inghilterra la chiamano European Premier League, in Spagna la Superliga. Per Javier Tebas sarebbe una soluzione estremamente dannosa.

DANNI – Il presidente della Liga ha rilasciato lacune dichiarazioni in merito a Sky News. Secondo lui, neanche gli organizzatori si rendono conto del pasticcio in cui sembrano ansiosi di cacciarsi: “La superliga genererebbe molti danni economici agli stessi organizzatori e agli enti che lo finanziano, se esistono, perché non si presentano mai ufficialmente“.

SCONSIDERATI – Secondo il numero 1 della Liga, quindi, i top team spagnoli e il gruppo delle altre big europee che bramano la fondazione di questa nuova competizione, non hanno considerato appieno il problema. Appare difficile che i top club siano privi di figure competenti nella gestione amministrativa e nella proiezione di utili, eppure Tebas accusa più o meno apertamente.  “Gli autori di questa idea, ammesso se ci sia qualcuno, perché non c’è una persona fisica a difenderla, non solo mostrano una totale ignoranza di organizzazione. Mostrano anche una grave ignoranza del mercato dei diritti audiovisivi a livello  nazionale e internazionale. Questi progetti nella ‘clandestinità’ sono idee da bancone del bar fatti alle 5 del mattino“, ha aggiunto Javier Tebas in maniera un po’ più colorita.

CLANDESTINI? – Chissà come andrà a finire. Sicuramente, la faccenda non si chiuderà qui. Anzi, a giudicare dai toni sembra appena cominciata anche perché, secondo quanto riportato dal canale britannico, i “clandestini” non sarebbero poi così carbonari dato che il  progetto di competizione sarebbe già stato stilato con tanto di format: gironi all’italiana  e una fase a eliminazione diretta finale. E l’idea è di iniziare dal 2022…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy