Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Tata Martino difende Setièn: “Se non arrivano i risultati, i commenti extra calcistici creano molti danni”

L'allenatore argentino, succeduto a Guardiola, sa bene cosa sta provando l'attuale tecnico del Barça...

Redazione Il Posticipo

Tata Martino difende Setièn. Il tecnico argentino, che ha raccolto l'eredità di Guardiola nel 2013/2014 senza lasciare un grandissimo ricordo in Catalogna, difende l'operato dell'allenatore del Barcellona e gli offre, attraverso le dichiarazioni rilasciate ad ESPN Messico e riprese da Olè.

DANNI - Martino ritiene che Setièn abbia pagato un prezzo altissimo allo stop. "Quando il campionato è stato sospeso, il Barcellona era prima in classifica e giocava anche abbastanza bene, esprimendo un calcio fluido. Dopo il lockdown la squadra è lenta, prevedibile e abbastanza vulnerabile in difesa. Setièn è un allenatore che è appena arrivato e deve ambientarsi, anche se conosce il campionato e ha un'ottima idea di calcio. Comunque andare ad allenare il Barcellona è difficile per tutti. Se i risultati non arrivano, i commenti extra fanno molti danni".

SPOGLIATOIO - Si parla anche di problemi con lo spogliatoio. In questo senso Martino ha le idee chiare. "Devi avere un buon rapporto con l'intera squadra, non con i calciatori più importanti. Devi essere credibile. E per esserlo servono anche gli attributi. Essere a Barcellona significa non solo allenare la squadra ma anche gestire le pressioni derivanti dall'ambiente, dal club e dai tifosi. Non è così scontato.  Andare d'accordo fra l'altro,  non significa accettare qualsiasi cosa e lasciare fare ai giocatori ciò che vogliono.  Andare d'accordo significa accettare il confronto, anche duro. Dirsi le cose in faccia, chiarirsi e poi andare in campo per  giocare e vincere". Martino però ha ancora fiducia nelle qualità della squadra. "Il Barcellona ha grandi giocatori ed è ancora in corsa con buone possibilità di passare il turno in Champions League. Se i calciatori raggiungeranno un buon livello di forma entro il prossimo mese, potranno senza dubbio essere competitivi e vincere la Champions League"