Tacchinardi: “Lasciate sbagliare Pirlo. Non ho capito l’acquisto di Morata”

L’ex centrocampista bianconero invita alla calma dopo il pareggio di Roma.

di Redazione Il Posticipo

Pirlo perde i primi punti… in classifica e negli indici di gradimento dei tifosi più severi. Evidentemente è troppo presto per emettere sentenze, ma la sensazione è che per la Juventus non sarà facile ripetersi. Tacchinardi invita alla calma dopo il pareggio di Roma. L’ex calciatore ha parlato ai microfoni di TMW Radio.

ADATTAMENTO – La parola d’ordine è adattamento: “Credo sia troppo presto per emettere giudizi definitivi. Ci vuole tempo per adattarsi, l’Inter è più rodata e ci metterà poco tempo, mentre Pirlo deve avere tempo per sbagliare. Credo sia normale che in questo momento della stagione cambi modulo e formazione, è chiaramente in fase sperimentale. Con la Samp è partito a tre, con la Roma ha scelto altre soluzioni. Sta cercando la soluzione giusta per la Juventus, anche a livello di gioco quindi mi sembra logico che dovrà anche rischiare qualcosa anche a livello tattico. Mi dà fiducia Ronaldo. Ha detto che in una squadra così si diverte, ed è significativo”,

COSTRUZIONE – Il tecnico ha parlato di Juventus  in costruzione. “Ha ragione. Resta da capire come riuscirà a farla giocare. Kulusevski ama portare palla, così come tanti altri. A centrocampo c’è parecchio da lavorare. Rabiot soffre quando si alzano i ritmi di gioco.  La squadra è forte, ma ha tanti giocatori particolari che si devono adattare. Si tratta di una squadra con molti fenomeni, ma anche anarchica. Difficile renderla coesa. In ogni caso, lì davanti, non capisco l’acquisto di Morata. Se si cercava Dzeko, si doveva forzare la mano. E se non si arrivava a lui, andava comunque cercato un profilo aderente alle sue peculiarità. Andava cercato una sorta di Llorente più forte. Invece hanno acquistato un calciatore che ha caratteristiche completamente diverse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy