Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Svizzera, le sensazioni di Shaqiri: “Ho percezioni diverse rispetto all’Europeo, per noi è la sfida dell’anno”

KALININGRAD, RUSSIA - JUNE 22:  Xherdan Shaqiri of Switzerland celebrates after scoring his team's second goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group E match between Serbia and Switzerland at Kaliningrad Stadium on June 22, 2018 in Kaliningrad, Russia.  (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Gli azzurri, da Campioni d'Europa, si giocano l'accesso ai mondiali contro una squadra che ha una consapevolezza diversa

Redazione Il Posticipo

Italia -Svizzera, atto secondo all'Olimpico in questo 2021. A giugno, in occasione dell'Europeo, non c'è stata quasi partita. Qualche mese dopo, gli azzurri, da Campioni d'Europa, si giocano l'accesso ai mondiali contro una squadra che ha una consapevolezza diversa. Pensieri e parole di Shaqiri, che ha buone sensazioni in vista di Italia - Svizzera. E ritiene che non si ripeterà lo scenario di qualche mese fa, quando gli elvetici furono travolti dalla valanga azzurra. Le parole dell'ex calciatore dell'Inter sono riprese dalla conferenza stampa.

SENSAZIONI - Tu chiamale, se vuoi, sensazioni. "Sono qui con una sensazione diversa rispetto allo scorso europeo. Questa è un'altra competizione, viviamo una stagione diversa e c'è un nuovo commissario tecnico. La nostra nazionale guarda al futuro con grande ottimismo nonostante abbia parecchi infortuni. Sono contrattempi che fanno parte del calcio, occorre accettarli anche perché l'Italia ha i nostri stessi problemi. Chi scende in campo lo farà con gioia, orgoglio e un grande obiettivo. Vincere contro l'Italia. Non alzeremo le barricate, cercheremo di dare fastidio".

KALININGRAD, RUSSIA - JUNE 22:  Xherdan Shaqiri of Switzerland celebrates after scoring his team's second goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group E match between Serbia and Switzerland at Kaliningrad Stadium on June 22, 2018 in Kaliningrad, Russia.  (Photo by Clive Rose/Getty Images)

GIOVANI - Shaqiri ha grande fiducia nei tanti giovani che compongono la nazionale elvetica. Altro che beata incoscienza. "Rispetto ai miei tempi i giovani sono trattati in modo diverso. In primis perché la qualità del settore giovanile è enormemente cresciuta negli ultimi anno. Un po' perché siamo nel 2021, un po' perché hanno un modo di fare molto diverso rispetto al passato.  Noi quando mettevamo piede in nazionale eravamo più timidi, questi ragazzi invece non hanno alcuna paura di mettersi in mostra e rischiare la giocata. Questi giovani sono perfettamente in grado di tenerci testa".

STIMOLI - Giocare contro l'Italia, del resto, non capita tutti i giorni. "Questa partita trasmette entusiasmo ed euforia anche a noi, che siamo molto più rodati. Sarà la gara dell'anno, riuscire a vincerla sarebbe un qualcosa di sensazionale. Chiaramente sappiamo di non essere favoriti, l'Italia ha una qualità superiore, dovremo dare il meglio di noi per cercare di fare risultato. Sarà comunque una bellissima partita".