Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Eriksson e il gran rifiuto di Victoria Beckham: “Sei pazzo? Ma mi ci vedi a Leicester?”

Eriksson e il gran rifiuto di Victoria Beckham: “Sei pazzo? Ma mi ci vedi a Leicester?” - immagine 1

Sven-Goran Eriksson aveva invitato a ritornare Beckham nel Regno unito per giocare a calcio, ma a dire no...è stata Victoria.

Redazione Il Posticipo

Quanto contano le mogli nella scelta di una destinazione di mercato? Parecchio, come dimostrano parecchie storie. E a confermarlo arriva Sven-Goran Eriksson, che descrive un David Beckham alle prese con la sua Victoria dopo la richiesta dello svedese, che lo aveva invitato a ritornare nel Regno Unito per giocare a calcio. L’ex Ct della nazionale inglese racconta questo aneddoto durante una serata di gala organizzata qualche tempo fa dalla BBC.

GALA - Tra il 2010 e il 2011, Sven-Goran Eriksson è stato l’allenatore del Leicester City. In quello stesso periodo, David Beckham giocava negli Stati Uniti, con la maglia dei Los Angeles Galaxy. La leggenda inglese e tutta la sua famiglia hanno imparato ad amare il nuovo continente. Anzi, a Becks gli USA piacciono così tanto da investire parte della propria fortuna su una squadra di calcio di Miami. Insomma, di tornare in Inghilterra, se non per occasioni speciali e isolate, non se ne parla… dal 2010. Eriksson lo ha raccontato alla radio svedese 'Summer in P1' : “Sono stato invitato a una cena di gala organizzata dalla BBC. C’erano anche David e Victoria Beckham. David giocava negli Stati Uniti da 4 anni e io ero l’allenatore del Leicester City”.

 

Eriksson e il gran rifiuto di Victoria Beckham: “Sei pazzo? Ma mi ci vedi a Leicester?”- immagine 2

ELEGANZA - Eriksson non aveva fatto i conti con la signora Beckham. "Ho chiesto a David se volesse tornare in Inghilterra e magari venire a giocare per noi. David ha detto che gli sembrava un'idea interessante. Era tipico di David, non voleva mai dirmi di no. Ma la mattina dopo Victoria è entrata nel mio ufficio, mi ha guardato come fosse arrabbiata e mi ha chiesto se fossi pazzo nell'immaginarla a Leicester. Più tardi David mi ha chiesto scusa e si è fatto una risata spiegandomi che quando eravamo a Madrid, anche la capitale spagnola non era abbastanza elegante per sua moglie’”. Insomma, per David va bene tutto, per Victoria un po' meno.