Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Svelato il segreto del Southampton? Calciatori a terra e medico in campo dopo 60 minuti e…stick energetici

SOUTHAMPTON - 2001:  General view of the St Mary's Stadium home of Southampton Football Club taken in Southampton, England in 2001. (Photo by Getty Images)

Un giocatore dei Saints ha avuto bisogno di cure mediche tra il sessantesimo e il settantesimo minuto per ben 14 volte su 24 partite di Premier League. Un caso? Probabilmente no, visto che nel frattempo il resto della squadra corre in panchina...

Redazione Il Posticipo

Nel calcio, soprattutto in quello moderno, correre di più e più a lungo dell'avversario aiuta non poco a vincere le partite. Ecco perchè la preparazione fisica è fondamentale, in modo che la squadra sia sempre abbastanza fresca e in grado di arrivare prima sul pallone. Ma a volte anche quello che accade in campo può servire a cambiare radicalmente una partita. Un esempio importante è quello del Southampton. I Saints, guidati da Ralph Hasenhuttl, sembrano sempre trovare le energie necessarie per chiudere i match in crescendo, come può benissimo testimoniare il Tottenham di Antonio Conte, che stava vincendo 2-1 e poi si è ritrovato sotto 2-3 negli ultimi minuti della partita. Dove sta il segreto?

ENTRA IL MEDICO - Forse lo ha scoperto TheAtlethic, con una ricerca pazzesca. La testata ha infatti analizzato che un giocatore dei Saints ha avuto bisogno di cure mediche tra il sessantesimo e il settantesimo minuto per ben 14 volte su 24 partite di Premier League. Un caso? Probabilmente no, considerando che mentre lo staff sanitario tratta il problema del calciatore, il resto della squadra si riposa e nel frattempo corre in panchina a consumare stick di gel energetico, che dovrebbero fare effetto una decina di minuti dopo che sono stati ingeriti. Non che The Athletic implichi che i calciatori del Southampton fingano infortuni, ma di certo se qualcuno potrebbe avere un problemino...il medico lo chiama.

SCIENZA DELLO SPORT - L'analisi della testata ha anche studiato chi è che finisce a terra più spesso. Di solito è un attaccante, con Adam Armstrong che vince il...premio, visto che è finito a terra ben quattro volte. Nella partita contro il Tottenham è toccato prima a Che Adams al minuto 63 e poi ad Armando Broja, che subito dopo il 2-1 di Son al settantesimo è stato a lungo a terra. Dieci minuti dopo il Southampton pareggiava e dopo altri 120 secondi passava in vantaggio. A parlare del...trucchetto dei Saints è l'ex medico dei Wolves Phil Hayward. "Sono certo che gli scienziati dello sport che hanno si sono raccomandati sul momento in cui fare tutto questo e che Hasenhuttl abbia dato il semaforo verde". Dunque, se entra il medico durante una partita con il Southampton, meglio fare molta attenzione...