Superlega, Wenger avvisa: “Gli altri campionati la vogliono perchè così distruggerebbero la Premier…”

La Superlega Europea: un sogno o un incubo? Il progetto è sempre presente nella mente dei grandi club, che però devono fare i conti con la UEFA e con la Champions League versione 2021-24, a cui l’ECA ha dato il suo benestare. E a parlare della situazione è Wenger, che spiega quali possono essere gli obiettivi di chi la vuole…

di Redazione Il Posticipo

La Superlega Europea: un sogno o un incubo? Le parole di Bartomeu, che lasciando il Barcellona ha spiegato di aver accettato i termini per l’inserimento dei blaugrana in un torneo che vedrebbe al via le migliori squadre del Vecchio Continente, scuotono di nuovo il calcio. Il progetto è sempre presente nella mente dei grandi club, che però devono fare i conti con la UEFA e con la Champions League versione 2021-24, a cui l’ECA (l’associazione che riunisce i club europei) ha dato il suo benestare. A parlare della situazione è Arsene Wenger, responsabile della FIFA per lo sviluppo del calcio. In un’intervista a Sky Sports, l’ex tecnico dell’Arsenal spiega che si tratta di una mossa che presenta un rischio molto importante.

PREMIER – Almeno, per quello che riguarda il calcio inglese. La Premier League è al momento il campionato più ricco del mondo, ma una eventuale superlega andrebbe a spodestare il torneo di Sua Maestà, ottenendo così un risultato desiderato da molti… “Non credo che l’Europa sia pronta per questo. Nel periodo in cui stiamo vivendo, la Premier League ha una superiorità netta e l’obiettivo degli altri campionato è distruggere questo vantaggio che ha il campionato inglese. E per loro la cosa migliore per ottenerlo è quella di creare una superlega europea, il che praticamente distruggerebbe la Premier League. Quindi, se dovessero avere l’appoggio dei grandi club del torneo, andrà così”.

SOLDI – E a chi gli fa notare che in questo caso, più che di calcio, si sta parlando di affari, l’alsaziano risponde spiegando che ormai la commistione tra le due cose sembra totalmente impossibile da scindere. “No, è anche calcio, ma ci troviamo in un periodo in cui i proprietari delle squadre di calcio sono anche degli investitori. E qual è il primo obiettivo di chi investe? Ovviamente guadagnare sempre più denaro. Quindi il progetto di una superlega europea viene visto come un modo per fare ulteriormente soldi”. Considerando che a parlare apertamente di superlega è un’autorità del pallone come il francese, che fa parte della federazione internazionale, le possibilità che si arrivi presto al momento della verità sono parecchie…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy