Supercoppa, occhio a Salah. Doppio ex che quando vede blues in Europa…

Supercoppa, occhio a Salah. Doppio ex che quando vede blues in Europa…

Liverpool – Chelsea si potrebbe chiamare anche “Friendly Cup” o “Italians Cup”, vista la forte presenza “tricolore” nelle squadre che si giocano la Supercoppa Europea.  Tantissimi “italians” e anche molti amici e compagni di nazionale. Occhio a Salah, che quando vede Chelsea in Europa, si arrabbia di brutto…

di Redazione Il Posticipo

Liverpool – Chelsea si potrebbe chiamare anche “Frienly Cup” o “Italians Cup”, vista la forte presenza “tricolore” nelle squadre che si giocano la Supercoppa Europea.  Tantissimi “italians” e anche molti amici e compagni di nazionale che per 90′ si daranno battaglia. E occhio a Salah, che quando vede Chelsea in Europa, si arrabbia di brutto…

FRIENDLY CUP – L’Inghilterra, ovviamente, la fa da padrona assoluta e incontrastata. Praticamente scendono in campo, o fanno parte delle rose dei club, diversi componenti della nazionale inglese. Alexander-Arnold, Gomez, Oxlade-Chamberlain,  Lallana, Henderson,  Barkley, Danny Drinkwater, Hudson-Odoi, Loftus-Cheek e Abraham si ritrovano spesso con la maglia della nazionale dei Tre Leoni. C’è anche una massiccia presenza brasiliana, con Alisson, Fabinho, Firmino e Willian.  Lovren non potrà incontrare il suo compagno di nazionale Kovačić. Ben rappresentato anche il Belgio con Mignolet, Origi e Batshuayi (Belgio)

ITALIANS – Si portrebbe chiamare anche “Italans Supercup” considerando la “truppa” non indifferente di Italians in campo e che osservera o la partita da casa o dalla panchina. Ci sarà, senza ombra di dubbio, Mohamed Salah, ma nel Liverpool anche se non giocherà c’è anche Alisson. Il Chelsea ha in rosa Rudiger (anche lui out) e Palmieri, che sono stati compagni di squadra nella Roma dal 2015 al 2017. Salah ha condiviso con Alonso anche una esperienza con la Fiorentina nel 2015. Fra gli italians c’è (ci sarebbe…) anche Bakayoko.

DOPPIO EX – Del tutto particolare la sfida per Salah: l’egiziano ha militato con entrambe le maglie. Si è fatto conoscere al grande calcio, infatti, in Premier e con la casacca blues. Il Chelsea lo aveva prelevato dal Basilea nel  gennaio 2014 anche a livello…preventivo, dopo aver subito tre gol in quattro partite incrociando la formazione svizzera per due volte (perdendo entrambe le partite) in Champions League e subendo la rete, indolore, nel ritorno della semifinale del 2012/13 in EL vinta comunque dai Blues  per 3-1. La prima esperienza dell’egiziano, però, non è stata indimenticabile. Adesso è un altro giocatore. E il conto è ancora aperto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy