Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Supercoppa di Spagna, Zidane: “Abbiamo interpretato bene il gioco, contento per Isco e Jovic”

Real Madrid da... Mille e una notte in Arabia. Privato dell'attacco titolare, Zidane ha ridisegnato la squadra ed è passato alla cassa con gli interessi

Redazione Il Posticipo

Real Madrid da... Mille e una notte in Arabia. Privato dell'attacco titolare, Zidane ha ridisegnato la squadra ed è passato alla cassa con gli interessi. Il Real supera 3-1 in semifinale di Supercoppa di Spagna il Valencia e vola verso la finale. Una vittoria che apre nuove prospettive per la "Casa Blanca". Zidane adesso è consapevole di poter contare anche sulla profondità della rosa. Ecco le sue dichiarazioni in conferenza stampa riportate dal sito bernabeudigital.

JOVIC - Fra le note positive della serata c'è anche Jovic. Sebbene l'attaccante non abbia trovato il gol, Zidane è soddisfatto della prova del ragazzo: "Credo che abbia giocato bene, si è messo a disposizione per la squadra. Quando non giochi per molto tempo c'è sempre una differenza di livello con chi scende in campo. Sicuramente gli sarebbe piaciuto segnare, ma il lavoro che ha fatto è più importante. E ha dato tutto sul campo".

MODULO - Il modulo con cinque centrocampisti è stato decisivo. Casemiro ha approvato la scelta, spiegando che con una mediana più folta il Real Madrid trova facilmente profondità di gioco. Zidane però non sdogana definitivamente il modulo. "La cosa più importante per noi è la grande prestazione che siamo riusciti a garantire nella metà campo avversaria. Abbiamo interpretato bene il gioco. Cerchiamo sempre delle nuove soluzioni. In finale potremo scegliere qualcosa di diverso".

CILIEGINA - Anche Isco è tornato al gol. Primo lampo di questo 2020, dopo un periodo buio. Zidane non nasconde la prorpia soddisfazione. "Sono contento per lui, per il suo gol. Isco ha personalità, vuole giocare, soffre a restare in panchina. Come gli altri che giocano un po' meno. L'obiettivo è cercare di portare tutti sullo stesso piano. E adesso serve continuare così".