Superclasico: nel nome di Diego, una rivalità che ha scritto la storia

Anche se il focus è sulle semifinali della Copa Libertadores , il Boca – River è ancora una partita importante.

di Redazione Il Posticipo

SUPERCLASICO

BUENOS AIRES, ARGENTINA – NOVEMBER 29: The stadium’s screen shows a photo of Diego Maradona with the phrase ‘1960-infinity. Goodbay’ as a tribute to the late football legend during a match between Boca Juniors and Newell’s Old Boys as part of Copa Diego Maradona 2020 at Estadio Alberto J. Armando on November 29, 2020 in Buenos Aires, Argentina. Argentine football tournament was renamed to honour the late Diego Maradona. (Photo by Alejandro Pagni – Pool/Getty Images)

Anche se il focus è sulle semifinali della Copa Libertadores , Boca – River è ancora una partita importante. Per i tifosi, per i giocatori e anche per il calcio argentino. È che il superclassico continua ad essere l’evento sportivo più importante nel paese sudaemericano. Al di là dei nomi e dei contesti.  Sarà il primo nel ricordo di Maradona. E nulla è stato lasciato al caso. La sfida sarà giocata con un pallone che richiama il d10s che proprio in questa partita  chiuse la sua carriera. Era il  25 ottobre 1997: il Boca passa al Monumental per 1-2 in rimonta, dopo che i padroni di casa avevano finito in vantaggio il primo tempo. L’altro, quello più importante, è che si tratta dell’ultima partita ufficiale della carriera di Diego Armando Maradona. Che a fine match non si fa sfuggire l’occasione di…segnare un gol, almeno a parole, contro il River. “Il Boca ha vinto da Boca e il River ha perso da River. Hanno fatto un buon primo tempo e nel secondo gli sono cadute le mutandine…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy