“Superclasico” letterario: Romeo Y Julieta…in salsa argentina

Quando la rivalità soccombe all’amore. Nella storia del Superclasico c’è una versione rivista e corretta, soprattutto nel finale, della celebre tragedia shakesperiana…

di Redazione Il Posticipo

River Plate – Boca Juniors, atto secondo. Il “Superclasico” applicato al calcio: fra le tante curiosità della finale che vale la Libertadores c’è anche una versione tutta argentina di “Romeo e Giulietta”, raccontata da Infobae. Il finale, però, è ben diverso…trionfa l’amore anche se i protagonisti sono legatissimi a Boca e River.

DEGROSSI – Lei è Susana, bellissima, affascinante, bella e ricca. Una famiglia importante. È figlia di Josè Julio Degrossi, non certo un nome qualunque. Il padre è il presidente del River Plate. Colui che inaugura lo stadio Monumental, lo stadio che ospiterà la sfida decisiva per l’assegnazione del trofeo. È la “Montecchi” milionaria che si innamora di uno Xeneize…

VACCA – Lui invece è Claudio Vacca, idolo dei tifosi del Boca Juniors, amatissimo perché è il portiere che regala sei titoli alla compagine azul y oro. L’effetto dell’amore, però, è incontrollabile e assume traiettorie imprevedibili da leggere. Al cuore, del resto, non si comanda. È innamorato perso di Susana, la figlia del presidente degli acerrimi avversari. Sposandola, lei diverrebbe la signora Vacca. Per la serie, rinnega il tuo nome, e non sarai più una Millonaria…

EPILOGO – L’epilogo, fortunatamente, è diverso: l’amore stravince sulla rivalità calcistica e i due convolano a nozze. Il tutto senza alcun inconveniente, anzi. L’aver sposato la figlia del presidente del River, ed essere quindi il genero del proprietario della squadra più odiata dai tifosi del Boca, non rappresenta un ostacolo. Nel 1959 Vacca continuò la sua esperienza con gli Xeneizes come direttore tecnico. Un esempio, sottolinea il quotidiano che ha riportato alla luce questa storia, di come l’amore sia molto più forte della rivalità. E che si spera serva da lezione a chi si appresta a vivere i novanta minuti più sentiti forse di sempre per le due compagini.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy