Superclasico, è l’ora della spy-story: rubati gli appunti tattici di Gallardo, vero furto o depistaggio?

In Argentina stanno circolando sui social network delle foto di appunti tattici di Marcelo Gallardo, tecnico dei Millonarios. Tutti oggetti che, da quanto filtra, sarebbero stati trafugati dall’automobile dell’allenatore. Sarà vero? Quelli del Boca…non si fidano!

di Redazione Il Posticipo

Mancano ancora sei giorni al ritorno della finale della Copa Libertadores, ma la febbre per il Super Superclasico non accenna a diminuire. Si ripartirà…dallo 0-0, anche se la partita di andata è finita 2-2, perchè i gol in trasferta nell’ultimo atto non vengono considerati. E quindi, in pratica, il match tra i padroni di casa del River Plate e gli ospiti (ma non troppo) del Boca Juniors sarà quello decisivo. Difficile che in Argentina si pensi ad altro in questa settimana. Certo, se poi ci si mettono anche di mezzo le spy-stories, vere o presunte, allora è evidente che la situazione tanto serena non possa essere.

FURTO – Cosa è successo? Da quanto riporta AS, stanno circolando sui social network delle foto di appunti tattici, inseriti in cartelline con lo scudo del River Plate, postate insieme a un’immagine del passaporto di Marcelo Gallardo, tecnico dei Millonarios. Tutti oggetti che, da quanto filtra, sarebbero stati trafugati dall’automobile dell’allenatore. Un ladro fortunato e…probabilmente hincha del Boca, che quindi avrebbe trovato il tesoro nascosto dell’allenatore del River, il Sacro Graal: le variazioni tattiche stabilite per affrontare gli Xeneizes nella partita più importante della storia dei due club. E quale modo migliore di rovinare la preparazione ai rivali che rivelare a tutto il mondo le strategie per il Superclasico di ritorno?

DEPISTAGGIO – Una storia che fila, ma visto che si parla di una partita così sentita, tutto potrebbe non essere come sembra. E infatti più di qualcuno grida al complotto. Come riporta AS, c’è chi sostiene che si tratti di un’articolata messa in scena, organizzata dallo stesso River Plate, per confondere le acque e mandare in confusione Schelotto e il suo Boca. Beh, se così fosse si tratterebbe di un colpo di genio, peraltro assolutamente riuscito. In Argentina le immagini circolano da telefono a telefono, quindi praticamente chiunque ha una visione del “possibile” piano di gara di Gallardo. E a questo punto la palla passa decisamente ai rivali. Fidarsi dell’effettiva realtà del furto e adattare il proprio piano di gara ai fantomatici appunti o no, rischiando però di perdere un’occasione più unica che rara? Una storia assurda. Ma il Superclasico è anche questo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy