Sulla cresta dell’… Honda sui social, ignorato dai club. Il paradosso di Keisuke: “Perché nessuno mi cerca?”

Sulla cresta dell’… Honda sui social, ignorato dai club. Il paradosso di Keisuke: “Perché nessuno mi cerca?”

L’ex giocatore del Milan, svincolato, continua a lanciare appelli sui social. E si chiede perché nessuno lo stia considerando. Eppure a suo dire è ancora fra i migliori giocatori asiatici…

di Redazione Il Posticipo

Il paradosso di Keisuke. Sulla cresta dell’… Honda sui social, ma ignorato dai club. L’ex giocatore del Milan, svincolato, continua a lanciare appelli sui social. L’ultimo è abbastanza “fresco” nonché un briciolo polemico. E si chiede perché nessuno lo stia considerando.

PARADOSSO – Honda si sente ancora un giocatore. E neanche uno qualsiasi. Il tweet lascia poco spazio alle interpretazioni. Il calciatore giapponese, fra l’altro buon protagonista all’ultimo mondiale, è seriamente convinto di essere ancora fra i migliori giocatori asiatici. E il suo appello, raccoglie tantissimi consensi. Tranne quelli dei potenziali acquirenti che non dovrebbero neanche investire cifre esorbitanti. Sufficiente pagargli l’ingaggio. A meno che le pretese del giocatore non siano così alte da scoraggiare qualsiasi forma di investimento.

EUROPA – Il “problema” potrebbe essere nella sua voglia d’Europa. Honda, al netto della lunga inattività, non è un calciatore inferiore a chi ha scelto di chiudere la propria carriera in Cina, Qatar, Arabia o Stati Uniti. Campionati in cui, tutto sommato, l’ex rossonero potrebbe tranquillamente proporsi come risorsa tecnica. Lui però sogna l’Europa. Resta da capire quale campionato possa fare per lui: la Premier, probabilmente, richiede troppa fisicità. Spagna e Italia, dove si gioca un calcio diverso potrebbero essere mete interessanti. In Liga, in fondo, le maglie delle difese non sono così strette e un giocatore di estro e fantasia potrebbe essere utile. In serie A, in un calcio esasperato dalla tattica e in match spesso decisi su calcio da fermo, il suo piede educatissimo potrebbe essere utile.

AMBIZIONE – Di certo, il suo non è un problema di soldi. O di opportunità. In carriera il ragazzo ha già guadagnato abbastanza. E se la nostalgia del campo fosse insopportabile, volendo potrebbe ritagliarsi un posto nella squadra di cui è presidente. Evidentemente però la seconda divisione del campionato austriaco, con lo Sportverein Horn, non è aderente alle sue ambizioni. Forse vuole un top club. Resta da capire quale top club voglia lui…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy