Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Suarez e Barcellona tra rancore e… karma: “Non dimentico quando mi hanno fatto allenare da solo”

(Photo by Angel Martinez/Getty Images)

Luis Suarez sarà uno dei principali elementi di interesse di Barcellona - Atletico Madrid. Per lui sarà una partita speciale

Redazione Il Posticipo

Luis Suarez sarà uno dei principali elementi di interesse di Barcellona - Atletico Madrid. Per lui sarà una partita speciale. Un anno fa era stato mandato via. 12 mesi dopo ha vinto il titolo con i colchoneros e il Barça attraversa una delle crisi più pesanti della propria storia. El pistolero in un'intervista a TVE, non mostra alcun tipo di rancore. Però non dimentica...

MESSAGGIO - Il centravanti uruguaiano ha parlato del suo periodo al Barcellona, compreso il finale difficile. "Non dimentico che l'anno scorso in precampionato mi hanno mandato ad allenarmi separatamente. Sono andato via perché mi piace assumermi responsabilità. Sono nell'élite del calcio perché me lo sono guadagnato lavorando duramente. Ho vinto due Scarpe d'Oro nell'era di Cristiano e Leo e devo essere orgoglioso perché l'ho vinto con i numeri, non perché la gente mi ha votato. E all'Atletico sono riuscito a dimostrare che non ero stanco di vincere, né che mi ero accomodato in una zona di confort".

 (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

RANCORE - Nessun rancore, comunque. Tuttavia l'ex giocatore del Barcellona tiene a precisare alcuni numeri. "Non ho nessun sentimento di rivalsa. Né di rancore o odio. Ho vissuto grandi momenti al Barcellona,  ho sempre mantenuto la media di 20 gol. Non so quanti attaccanti, escluso il mio amico Leo Messi che è uno straordinario caso a parte, siano riusciti ad avere e mantenere per diversi anni un livello del genere. Il trattamento finale mi ha dato fastidio, ma più che altro perché sono un giocatore che ha sempre dato tutto al Barcellona, ma credo nel karma".

DESTINO - Suarez era convinto che il destino avrebbe svolto il suo corso. "Mi sono detto che da professionista mi sarei allenato ogni giorni. E poi avrei lasciato che fosse il tempo a decidere chi ha avuto ragione e chi torto. Ho visto Benfica - Barcellona. Da professionista, mi sembra evidente che il Barcellona stia passando un momento difficile. Non è un momento facile, credo ci sia anche qualche problema fra i giocatori. Certo, non mi fa piacere vedere così tanti amici uscire dal campo a testa bassa, ma da un anno siamo rivali. Il mio lavoro è difendere i colori dell'Atletico.