calcio

Suarez, pistolero che continua a sparare: “Koeman senza carattere, Messi? Spero che resti a Barcellona”

(Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Per Suarez il trofeo non vuol dire solo 'continuità' ma anche 'riscatto'. L'uruguaiano trentaquattrenne racconta le proprie emozioni e si toglie qualche sassolino dalla scarpa con io Barcellona.

Redazione Il Posticipo

L'Atletico Madrid torna al successo in Liga. È il capolavoro di Simeone e dei suoi ragazzi. Una vittoria, e on poteva essere altrimenti, di carattere nonostante lo stop di qualche giornata verso la fine della stagione. Una delle immagini più eloquenti dell'ultima giornata, quando i colchoneros hanno avuto l'aritmetica certezza del trionfo, è quella della lacrime di gioia di Luis Suarez. Per lui il trofeo non vuol dire solo continuità ma anche e soprattutto rivincita. L'uruguaiano trentaquattrenne racconta le proprie emozioni a fine partita e si toglie qualche sassolino dalla scarpa con io Barcellona.

BARCELLONA - Il numero 9 dell'Atletico Madrid arrivato la scorsa estate dal Barcellona ha rilasciato alcune dichiarazioni alla trasmissione El Partidazo, riportate da Marca. "Le mie sono state lacrime di gioia. Non andrò contro il Barcellona. È stata tutta la situazione particolare. Sarò sempre grato al club perché mi ha dato tutto e mi ha permesso di giocare al massimo livello. Il presidente Bartomeu ha detto tutto ciò che aveva da dire in conferenza stampa, invece di chiamarmi. Quando volevano convincere Leo Messi a rimanere, mi hanno chiamato per chiedermi di convincerlo. Mi hanno chiesto di parlare con Griezmann. E non capisco poi perché  non chiamarmi per dirmi di andarmene".

 (Photo by David Ramos/Getty Images)

KOEMAN - Atletico che ha vinto il titolo grazie anche a un paio di suicidi sportivi del Barcellona. Suarez, in tal senso, ha le idee chiare. Il problema dipende anche dal carattere del suo allenatore: "Koeman è venuto da me a dirmi che non rientravo nei suoi piani perché lui vuole un altro tipo di numero 9. E ha giustificato la sua scelta dicendomi che mi hanno detto di comunicarti che non facevo parte del progetto. Poi dopo avermi lasciato fuori per 3 giornate mi ha detto che se le cose non si fossero risolte mi avrebbe tenuto in considerazione per la partita con il Villarreal. È lì che ho capito che non aveva molto carattere". Un pensiero anche per Messi. "Sarei contento se restasse al Barcellona, come amico e come tifoso. Mi piacerebbe se lo facesse, gli consiglierei di restare lì".