Suarez ha voglia di riscatto: “Il gol che mi manca? Il prossimo, in finale di Champions”

Suarez ha voglia di riscatto: “Il gol che mi manca? Il prossimo, in finale di Champions”

L’attaccante del Barcellona ha tanta voglia di rivincita dopo le clamorose eliminazioni delle scorse stagioni: e quando gli si chiede del gol che gli manca ha pochi dubbi.

di Redazione Il Posticipo

Luis Suarez, voglia di rivincita. E di rivincere. Suo, uno dei tre timbri sull’ultima Champions conquistata dal Barcellona: era il 2015, si giocava a Berlino e lo ricordano bene anche i tifosi della Juventus. Quattro anni e due tremende delusioni dopo, l’attaccante sudamericano è pronto a ripartire. Da numeri  già straordinari: in meno di 60 mesi, 133 gol con la maglia del Barcellona in Liga. In generale, le reti sono 179, ma come dice, gliene manca una…

GOL – In una intervista rilasciata ad Ovacion e riportata dal Mundo Deportivo, il centravanti uruguaiano dimostra di avere le idee abbastanza chiare: “Il gol che mi manca è…sempre il prossimo. Magari proprio quello della finale di questa Champions, per tornare a vincere la Coppa. Non ho dubbi nello scegliere il gol più importante: quello realizzato alla Juventus nella finale di Berlino. Sinora, perché un attaccante pensa sempre al prossimo che realizzerà”. La mente è già a Istanbul, ma bisogna arrivarci. Da quel 2015, infatti, solo delusioni e beffe cocenti. Il Barcellona è uscito ai quarti di finale contro la Roma dopo il 4-1 al Nou Camp e l’anno dopo ha anche “migliorato” il proprio record negativo subendo il poker in casa del Liverpool dopo il 3-0 maturato in Catalogna.

BELLO – Meglio non pensarci. Anche perché fra i tantissimi gol realizzati con la maglia dei Campioni di Spagna c’è spazio anche per ricordare il più bello. Una rete segnata in un clasico, da rapace vero. Era il marzo 2015: “C’è stato un passaggio all’indietro piuttosto lungo di Dani Alves, mi sono infilato fra Ramos e Pepe e sono riuscito a beffare Casillas“. Una rete che di fatto spiana la strada della vittoria per il titolo e farà maturare la consapevolezza di raggiungere un traguardo straordinario, e mai più tagliato. Suarez, però, ci riprova…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy