Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Suarez, “dedica” a Koeman: dopo il gol chiede scusa… e poi risponde al telefono

MADRID, SPAIN - OCTOBER 02: Luis Suarez of Atletico Madrid  celebrates with Rodrigo De Paul after scoring their team's second goal  during the La Liga Santander match between Club Atletico de Madrid and FC Barcelona at Estadio Wanda Metropolitano on October 02, 2021 in Madrid, Spain. (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Nonostante la sua turbolenta partenza dal Camp Nou, Suárez si è scusato con i tifosi blaugrana... ma solo con loro.

Redazione Il Posticipo

L'Atletico sfodera la miglior prestazione della stagione contro il Barcellona. Suarez non perdona. L'attaccante ha giocato per la seconda volta contro la sua ex squadra e a pochi secondi dal termine del primo tempo ha superato Ter Stegen per il suo quarto gol in campionato. Nonostante la sua turbolenta partenza dal Camp Nou, Suárez si è scusato con i tifosi blaugrana... ma solo con loro.

TELEFONATA - Un'esecuzione al suo esecutore. Koeman non lo ha scaricato, ma si è limitato a essere l'ambasciatore delle scelte delle società, che non credeva più nel suo numero 9. Il centravanti, terzo marcatore di sempre della storia del Barcellona, ha passato gli ultimi giorni in Catalogna da separato in casa. Suarez ha perdonato, ma non dimenticato. Soprattutto i modi con cui è stato invitato a farsì da parte. Non a caso l'uruguaiano si è scusato  ma non ha risparmiato una esultanza polemica. Con tanto di dedica. Koeman gli aveva detto che non avrebbe più fatto parte del progetto tecnico del Barça con una telefonata. El pistolero ha risposto da par suo: simulando il gesto di rispondere a una chiamata dopo il gol...

SPIEGAZIONE - Sin troppo facile associare l'idea. Suarez non conferma, né smentisce, come riportato da movistar. "Sono molto felice per la vittoria dell'Atletico. Indosso la maglia dei colchoneros e anche se l'avversario di oggi era speciale, il mio compito è e resta dare il massimo per l'Atletico. Non ho esultato per rispetto  dei tifosi del Barcellona e anche per il mio passato: c'erano diversi miei ex compagni di squadra in campo. Attraversano un momento davvero complicato, li rispetto molto". Arriva il chiarimento anche per la telefonata. "Le persone devono sapere che ho ancora lo stesso numero di telefono, se vogliono usarlo. Non è affatto per Koeman, ma se vuole prendersela, pazienza. Sono stato molto contento anche di sentire il Metropolitano cantare il mio nome, mi spiace che le persone non hanno festeggiato il titolo. Adesso non resta che farci i complimenti, perché abbiamo giocato una partita perfetta".