Suarez: “A volte è necessario cambiare. Sono stato accolto in modo spettacolare”

Il centravanti uruguaiano grande protagonista all’esordio con l’Atletico.

di Redazione Il Posticipo

Simeone aveva il problema del gol lo scorso anno e con l’arrivo di Suarez sembra leggermente risolto. Sei gol al Granada. E due dell’ex centravanti del Barcellona che si presenta nel modo migliore ai suoi nuovi tifosi. E a fine partita, come riportato da Marca, ha pochi rimpianti per aver lasciato Barcellona.

NUOVO -L’addio alla Catalogna è vissuto come una scelta dolorosa ma necessaria. E la nuova sfida sembra esaltarlo: “A volte è importante che un giocatore cambi. Sono arrivato in un club che mi ha riservato un’accoglienza speciale. Questo posto è spettacolare, si vede nell’atmosfera. La mia prima  buona impressione dell’inizio si è immediatamente riflessa in campo”. Accolto e amato. Quello che mancava in Catalogna. “Avevo bisogno di cambiare. Nella carriera di un calciatore ci sono diversi  momenti e  situazioni. E arriva un momento in cui anche la squadra ha bisogno di cambiare”.

PROSPETTIVE – Esordio con il botto, ma stupisce chi si stupisce. Anche lo scorso anno il sudamericano era andato facilmente in doppia cifra. E adesso se lo godono i tifosi dell’Atletico e Simeone. Un esordio con i fiocchi.  “Sono molto contento per il debutto e più che contento di aver ottenuto i tre punti all’esordio in campionato. Ogni volta che aiuto la mia squadra con i gol, mi sentirò sempre molto felice e realizzato. Certo abbiamo iniziato bene ma adesso aspettiamo un po’ cosa accadrà nel prossimo futuro. La stagione è molto lunga”. Potenzialmente però carica di soddisfazioni. Anche se il Wanda Metropolitano era deserto: “I nostri tifosi devono sostenerci anche da lontano. Nonostante non possano essere qui sugli spalti noi avvertiamo la loro presenza. Se restiamo uniti possiamo raggiungere traguardi importanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy