Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sturridge: “I giocatori devono essere liberi di parlare con i loro parenti e gli amici”

Dopo la sentenza e la squalifica, il calciatore si è sfogato attraverso i social

Redazione Il Posticipo

Sturridge si sfoga. Dopo la sentenza e la conseguente squalifica, il calciatore si è sfogato attraverso i social. Affidando i suoi pensieri a un video pubblicato attraverso il suo profilo twitter.

SENTENZA -I fatti sono noti: Sturridge è stato squalificato fino al prossimo giugno per aver violato il regolamento sulle scommesse sportive imposto ai giocatori della FA. Fatale, per l'ex attaccante del Liverpool e della nazionale inglese, l'aver fornito informazioni definite confidenziali al fratello. Il giocatore aveva confessato al parente la possibilità di un suo trasferimento. Multato per 100 mila euro e sospeso per due settimane. Non abbastanza per la la Federazione, che ha fatto ricorso e ottenuto una squalifica. Squalificato sino al 17 giugno. E fine dell'esperienza in Turchia con il Trabzonspor.

APPELLO  - Da un appello a un altro. L'ex calciatore del Liverpool ha affidato al proprio profilo social lo sfogo subito dopo la sentenza. E non lascia molto spazio alle interpretazioni. Le sue parole sono state tradotte dal Liverpool Echo.  "Negli ultimi anni ho vissuto un processo molto lungo e complicato che ha reso difficile concentrarmi sul mio calcio. È stato anche molto difficile negli ultimi giorni . Voglio solo dire che proseguirò nella mia campagna a favore dei calciatori professionisti in modo che possano parlare liberamente con le loro famiglie e amici intimi senza il vero rischio di essere accusati. Anche se la commissione per i ricorsi ha riconosciuto che non avevo scommesso e nessun altro aveva scommesso, sono stato comunque squalificato. Quanto accaduto mi ha molto deluso. Trovo tutto questo sconvolgente. La mia stagione è finita. Per me è una cosa devastante".