Strega…ti da Sturridge. Vigorito: “Sarebbe un sogno per il Benevento, ma non mi meraviglierei”

I sanniti, ormai vicinissimi alla promozione in serie A, iniziano a sognare in grande.

di Redazione Il Posticipo

Il Benevento è a un passo dal ritorno in serie A. L’aritmetica certezza della promozione potrebbe arrivare anche in settimana, ma questa volta, nel Sannio, non vogliono farsi trovare impreparati all’impatto. La società è al lavoro per allestire una squadra competitiva, come sostiene il presidente Vigorito. La dirigenza sogna in grande. Il primo puntello potrebbe essere nientemeno che Sturridge. Il paron, le cui dicihiarazioni sono riportate da ottopagine, conferma l’interesse per l’ex calciatore del Liverpool.

ONORE – L’idea c’è.  Come confermato dal presidente, il Benevento  ci si sta lavorando. “Il direttore sportivo lavora per tutto l’anno e solo quando è veramente convinto che la trattativa possa andare in porto, ne parla con me. Avere Sturridge sarebbe un onore per qualsiasi squadra italiana, quindi non posso dire che non sono d’accordo. Non mi meraviglierei se Foggia avesse aperto un colloquio per capire le intenzioni del giocatore”.

PROGETTO – In ogni caso, Sturridge sarebbe la ciliegina sulla torta. Non un “nome”. La prima esperienza in A è servita moltissimo. Ritrovarla, dopo due anni, è fondamentale anche per la città. “Abbiamo dato visibilità al nostro territorio in un contesto già difficile e reso ancora più complicato dalla pandemia.  Adesso occorre sfruttare l’occasione nel modo giusto. Due anni fa non avevamo piena coscienza di quanto fosse difficile la serie A, l’importante è capire gli errori da evitare. Con questi presupposti il Benevento ha la possibilità di diventare il Benevento e non l’Atalanta. I modelli perfetti non vanno imitati, ma superati.  Il direttore sportivo mi ha insegnato che non bisogna prendere Dybala o Ronaldo, ma acquistare dei calciatori che possano essere inseriti nel contesto squadra. Noi siamo retrocessi dalla serie A con grande dignità.  E’ importante rialzarsi dopo una sconfitta. Questi ragazzi stanno raccogliendo quanto seminato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy