Stroppa: “Non possiamo specchiarci, serve determinazione”

Sconfitta con la Sampdoria che fa tornare con i piedi per terra la squadra calabrese apparsa troppo bella e poco cinica.

di Redazione Il Posticipo

Il Crotone si ferma nuovamente a Genova. Sconfitta con la Sampdoria che fa tornare con i piedi per terra la squadra calabrese apparsa troppo bella e poco cinica. Da una squadra che lotta per la salvezza ci si aspetta una partita di sciabola più che di fioretto. Stroppa prende atto dei limiti di una squadra che è tronata a giocare molto e segnare poco. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

MORBIDI – Il Crotone torna ai vecchi vizi. Gioca bene come al solito e perde come… accade spesso. “La squadra sotto l’idea del gioco viaggia su buoni binari ma non basta. Dobbiamo imparare a vincere i duelli. Ci sono delle responsabilità sui gol che prendiamo. Non si arriva sulle seconde palle, si può e si deve fare meglio soprattutto sul piano dell’attenzione e della determinazione. Non è un discorso di gioco, ma di cattiveria agonistica. I gol sono stati abbastanza casuali, ma restano comunque dei limiti caratteriali che comunque, anche a fai alterne continuiamo a dimostrare. Giochiamo per salvarci, non possiamo prescindere dalla prestazione ma occorre maggiore determinazione. Quando siamo andati sotto sul 2-0 abbiamo comunque inseguito il risultato”.

MERCATO – Reca è una risorsa, Simy ha segnato ma forse serve ancora qualcosa in più per puntare alla salvezza. Gennaio è ormai vicino. “Fra due giorni giochiamo un’altra partita determinante che ci può tenere allacciati alla corsa salvezza ma non è il momento di parlarne adesso. Dobbiamo concentrarci sui prossimi impegni. Non possiamo permetterci di specchiarsi, le prestazioni ci sono sempre state”. La sensazione è che serva qualcosa davanti. “Al di là del mercato e delle statistiche ho negli occhi la prova contro lo Spezia. In quel caso sono arrivati i gol e anche Simy è stato imprescindibile. Reca è straordinario in fase offensiva ma deve migliorare nei movimenti difensivi, oggi ha sbagliato un paio di diagonali e su una abbiamo preso il gol. Per noi è un po’ croce e delizia deve imparare a essere più continuo nella fase offensiva e a comportarsi un po’ di più da difensore vero”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy