calcio

Non dimenticatevi della maglia numero 11

E’ il numero del calcio per eccellenza, eppure non è mai riuscita ad entrare nel mito. E negli ultimi tempi sta cadendo in disgrazia. Priva del fascino della 10 – e ci può stare –, meno attraente pure della gemella opposta, la 7. Sì,...

Matteo Muoio

 Mario Corso con la maglia dell'Inter[/caption]  Prima di loro, in Spagna, un certo . Al Bayern non esalta troppo Douglas Costa: Robben quando gioca – molto poco ultimamente – ricorda gli 11 d’altri tempi, ma porta la 10. In Italia pochissima roba. Salah è l’unico big, Niang è un bel progetto di giocatore, in provincia c’è il ceco Krejci del Bologna, mancino, cresciuto nel mito di Nedved e nel 4-4-2 dello Sparta Praga, come pure l’argentino Ocampos del Genoa, altro mancino. Insomma, da noi nessun nome in grado di scaldare gli animi come accadeva decenni fa.  [caption id="attachment_43246" align="aligncenter" width="600"] Un giovanissimo Di Maria ai tempi del Rosario Central