Stay hungry, stay foolish: Jürgen Klopp, fame e follia, talento e cervello

Stay hungry, stay foolish: Jürgen Klopp, fame e follia, talento e cervello

Calcio, filosofia, ironia e voglia di vincere: Klopp è uno degli allenatori più apprezzati degli ultimi anni, ma anche un fenomeno da studiare e capire. Folle e affamato. Il tedesco riparte da dove aveva finito: sfidando una inglese per una Coppa…

di Redazione Il Posticipo

CERVELLO

Klopp_The_Redmen_TV

Jürgen Klopp, dove eravamo rimasti? Una Champions vinta contro una inglese. Beh, si ricomincia dalla meno prestigiosa Community Shield, che mette di fronte i Campioni d’Inghilterra e quelli d’Europa. Non male. Difficile, soprattutto alla luce della stagione del Liverpool, non parlare di Klopp che ruba la scena. Un allenatore tra i migliori al mondo, nonostante una carriera da calciatore non esattamente magnifica, come racconta lui stesso. Ma quel cervello da Bundesliga lo ha portato a grandi risultati in panchina. Grande testa, pochi piedi, riassumibile in un concetto: aveva il talento per giocare in quinta divisione e la testa per giocare in Bundesliga. E dunque ha sempre giocato in seconda divisione. Geniale!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy