Stam…difende Messi: “Giusto dargli il Pallone d’Oro. Virgil sta facendo bene, ma a volte sono anche i compagni che fanno sembrare che tu sia il migliore…”

Il Pallone d’Oro 2019 continua a creare polemiche. È stato giusto assegnarlo a Leo Messi piuttosto che a Virgil van Dijk? Da un leggendario difensore olandese come Jaap Stam ci si potrebbe aspettare un no. Ma l’ex Lazio e Milan stupisce tutti e spiega che anche lui avrebbe votato per la Pulce.

di Redazione Il Posticipo

In questo momento di stop forzato, tengono banco le classifiche di merito. Si discute su chi siano i migliori, si guarda al passato per vedere chi è stato sottovalutato e al presente per capire chi potrebbe diventare la stella del futuro. E uno degli argomenti non può che essere il Pallone d’Oro. Quello del 2019 continua a creare polemiche. È stato giusto assegnarlo a Leo Messi piuttosto che a Virgil van Dijk? Da un leggendario difensore olandese come Jaap Stam ci si potrebbe aspettare un no. Ma l’ex Lazio e Milan stupisce tutti e, parlando a Goal, spiega che anche lui avrebbe votato per la Pulce.

LEO – Anche perchè Stam sa bene come vanno le cose…”Normalmente i difensori sono sottovalutati e la gente non li considera molto. Ma oggi le cose stanno migliorando e il lavoro del difensore è molto più apprezzato. Ma chi segna guadagna di più e riceve più attenzioni. È sempre stato così e non cambierà in futuro”. Ma questo non significa che Messi sia stato sopravvalutato nell’assegnazione della scorsa edizione. “Guardando al mondo del calcio, attualmente, credo che Messi sia ancora il migliore. E per quel che riguarda il Pallone d’Oro, è stato giusto darlo a lui. Mi sarebbe piaciuto anche vederlo vincere a Virgil, perchè credo che abbia fatto benissimo. Non che non volessi veder vincere lui, ma Messi, che segna e crea occasioni anno dopo anno, con tutta la pressione che ha sulle spalle, se lo merita di più”.

VIRGIL – Stam poi parla di Van Dijk e alterna…bastone e carota. “Virgil sta facendo bene, ma la gente non capisce che a volte sono anche i compagni che hai che ti rendono così bravo. Come calciatore devi essere al massimo, e lui lo è, ma avere gente di qualità accanto ti rende la vita più semplice e fa sembrare che tu sia uno dei migliori al mondo. E questo valeva anche per me, oltre che per tanti altri centrali. Il calcio va così”. Ma arrivano anche parole al miele “In ogni caso, Virgil è uno dei migliori al mondo al momento. Il suo percorso, attraverso la Scozia e il Southampton, fino al Liverpool, è stato quello ideale. Si è adattato a ogni livello e questo spiega bene la sua mentalità. Ma per essere uno dei più grandi, devi fare prestazioni del genere di continuo per molti anni. E continuare a imparare, migliorando sempre di più. Nel momento in cui pensi ‘ok, sono uno dei migliori, non devo migliorare’, sei finito. Non lo puoi fare. E Virgil non lo farà”. Altrimenti…Stam si arrabbia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy