Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Squadra che non vince… si cambia! Il “tradimento” di un tifoso durante Tottenham – Chelsea

Squadra che non vince… si cambia! Il “tradimento” di un tifoso durante Tottenham – Chelsea - immagine 1

Quando si va a una partita, si vorrebbe sempre vedere la propria squadra vincere. Ma se si vuole sempre essere dalla parte di chi al fischio finale festeggia, si può arrivare preparati.

Redazione Il Posticipo

Squadra che vince non si cambia. E se non vince? Beh, in quel caso bisogna fare di necessità virtù e stabilire le proprie priorità. Se l’amore per i propri colori è troppo forte, meglio rimanere accanto alla squadra nella buona e nella cattiva sorte. Altrimenti, nonostante sia un gesto che un “vero” tifoso non può che condannare, si può sempre cambiare. Certo, complicato farlo nel bel mezzo di una partita, ma come racconta il Sun, nel magico mondo della Premier League succede anche questo. Era il dicembre del 2019 quando  un giovane tifoso è appena simbolo assoluto dei...voltagabbana del pallone.

DA SON... - Il tabloid britannico ha infatti pubblicato alcune foto che ritraggono un tifoso durante il match tra Tottenham e Chelsea. Il ragazzo seduto in tribuna nel nuovo stadio degli Spurs ha una maglia con il numero 7 quello dell’idolo di casa, Heung-min Son. Fin qui tutto bene, ma il sudcoreano ha la pessima idea di farsi espellere per un brutto intervento su Antonio Rudiger. E il Tottenham, ridotto in dieci, non riesce ad opporsi al Chelsea, che era già passato in vantaggio con una doppietta di Willian e che alla fine ha portato a casa la vittoria con uno 0-2. Una bella soddisfazione per Lampard, che ha battuto il suo maestro Mourinho.

...A LAMPARD - Va peggio ai tifosi degli Spurs, che non possono certo essere felici. Tranne uno, che evidentemente ad essere dalla parte della squadra vincitrice ci teneva davvero tanto. Infatti il supporter che mostrava orgoglioso la maglia di Son decide di toglierla. E per il Tottenham va anche peggio, perché sotto a quella bianca ce n’è un’altra, sospettosamente blu Chelsea e con un nome e un numero diversi: neanche a dirlo, “8 Lampard”. Una scenetta in puro stile Pippo Franco, che nel celebre film “Il tifoso, l’arbitro e il calciatore“ si divideva in un derby capitolino tra Lazio e Roma. Questa opera di trasformismo calcistico non è sfuggita al Sun, che ha fatto il “traditore” famoso all’istante. Chissà come l’avranno presa le due tifoserie. Del resto, nessuna delle due può davvero gradire il gesto. Primo perché la squadra non si abbandona per un risultato negativo. E poi perché venire tifati solo quando si vince non fa piacere a nessuno.