Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

“Spremuti” e “strizzati” dalle nazionali: Juve in testa, Inter – Napoli scontro diretto, Spezia “risparmiato”

TURIN, ITALY - MAY 25:  Juventus FC coach Massimiliano Allegri speaks to the media during a press conference at JTC on May 25, 2019 in Turin, Italy.  (Photo by Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

In un calendario che non conoscerà più soste sino a Natale, la freschezza atletica farà la differenza. E in serie A si riparte abbastanza... diluiti fra spremuti, strizzati e risparmiati. 

Redazione Il Posticipo

Riprende il campionato dopo la sosta. Si fa per dire, perché in Serie A ben pochi calciatori hanno potuto riposare, specialmente fra le Big. Basti pensare che lo scontro diretto fra Inter e Napoli è fra la seconda e la terza squadra che hanno avuto in eredità il maggior minutaggio dagli impegni internazionali. In un calendario che non conoscerà più soste sino a Natale, la freschezza atletica farà la differenza. E in serie A si riparte abbastanza... diluiti fra spremuti, strizzati e risparmiati.

STAKANOVISTI - I nazionali dell'Inter hanno giocato moltissimo: 1556 minuti complessivi. Anche meno di quelli del Napoli che ha addirittura 1844' nelle gambe. Fra li stakanovisti che non hanno saltato neanche un minuto in vista della sfida di San Siro Ospina, Di Lorenzo, Koulibaly e Rrahmani per il Napoli. Nell'Inter solo Skriniar e Dumfries hanno completato le due gare. Poi vi sono gli 89' di De Vrij, si passa ai 90' di Correa. Oltre quota 100 per Lautaro, Vecino (109), Sanchez (126), Barella (133), Brozovic (135), Perisic (144) e Calhanoglu (172). Il Napoli è più "logoro" solo in alcuni elementi. Zielinski (131'), Loazano (135') Insigne (147'), Anguissa (153'), Lobotka (160'), Elmas (173') e Osimhen (179').

SPREMUTI - La "spremitura" ha risparmiato comunque diversi club. Lo Spezia è fresco e riposato: appena 231' accumulati. Idem il Genoa, con 260'. 600 secondi in più per l'Udinese, mentre il Sassuolo eredita 289'. Il Venezia sfonda quota 300 assestandosi a 360'. La Sampdoria ha 450', mentre Empoli (506), Salernitana (533) e Fiorentina (563) sforano quota 500'. Qualificazioni impegnative anche per Verona (626') e Cagliari (684'). Il peso degli impegni internazionali si fa sentire per le due romane, che si accollano rispettivamente 801' (Roma) e 855' (Lazio) di sforzi. Gravosa anche la mole che devono sopportare Bologna (912') e Milan ad appena trenta minuti (considerandone uno di recupero) da... quota 1000.

STRIZZATI - E poi si arriva a chi ha davvero "sofferto". Oltre quota 1000 per il Torino (1040') e l'Atalanta (1478'). Nessuno però è stata spremuta come la Juventus di Allegri che ritrova i suoi nazionali con più di 2000' nelle gambe. 2023' per l'esattezza complice anche le scelte dei commissari tecnici che non hanno concesso un minuto di... sosta a Chiesa, Bonucci, Alex Sandro, Danilo, Cuadrado e Szczesny. Minutaggio consistente anche per Rabiot (176'), Bentancur (166') Ramsey, che almeno nel Galles gioca (161'). Sotto i 100 Morata (96') De Ligt (91') McKennie (90') e Locatelli (80').