calcio

Sporting Lisbona, il presidente…è vittima di magia nera!

Fernando Nogueira, sciamano portoghese, crede che il Presidente dello Sporting Bruno De Carvalho stia subendo degli effetti della magia nera. E le ultime notizie che arrivano dal Portogallo...confermano la teoria!

Redazione Il Posticipo

Capita a tutti un periodo particolarmente buio e spesso la frustrazione dovuta all’incapacità di controllare gli eventi avversi può portare ad elaborare degli strani pensieri. Alcuni arrivano addirittura a pensare di aver attirato qualche forma di malocchio. E a volte il periodo buio dura parecchio a lungo. Come quello dello Sporting di Lisbona: stagione cominciata abbastanza bene, arrivata a una fase di stallo con la pausa invernale e definitivamente precipitata in primavera. E Fernando Nogueira, sciamano e guaritore portoghese, sa esattamente cosa c’è sotto.

LO STREGONE DI FAFE - È evidente, secondo Nogueira, noto ai più come lo Stregone di Fafe, che la squadra abbia qualche conto aperto con la magia nera. Certo, resta difficile immaginare una bambolina voodoo con la forma del logo del club, quindi, a intuito si può concludere che il malocchio sia stato gettato sull’uomo più rappresentativo, sul numero uno. Bruno De Carvalho, il presidente. Chiaramente un operatore dell’occulto non si sarebbe mai scomodato spontaneamente per una squadra di calcio, ma grazie all’intervento di due amici tifosi del club, il Merlino lusitano ha raccontato alla rivista TV Guia di aver pregato due giorni sulla foto di De Carvalho. Non solo, lo stregone ha aggiunto: “ho consultato le sue guide spirituali, ho sbirciato nelle sue intenzioni spirituali e sono giunto alla peggiore delle conclusioni: è vittima di stregoneria, di magia nera!”.

SCONFITTO - Lo stregone continua a parlare della sua ‘diagnosi’, dicendo che questa situazione psicologica non va assolutamente bene. Anzi, sostenendo che molti atti di “stregoneria di distruzione di massa” hanno reso il Presidente completamente disorientato. A quanto pare, finalmente, arriva una motivazione plausibile all’uscita dalla Champions e dall’Europa League, al tracollo in campionato e all’aggressione subita dai calciatori da parte di una cinquantina di tifosi organizzati che ha causato la rescissione di otto contratti con relativa perdita economica. E poco importa che il Presidente abbia provato ad invertire la rotta, ingaggiando Sinisa Mihajlovic come nuovo tecnico e portando all'Alvalade anche Emiliano Viviano. Alla fine, ha vinto...il maleficio. Bruno de Carvalho è stato destituito dalla carica di presidente dello Sporting Lisbona, il primo a subire questa sorte nella storia del club, con il 71% dell'assemblea dei soci che ha votato a suo favore. L'ultima goccia della serie di sfortune che si sono abbattute su di lui. Spiegazioni razionali, a questo punto, sembrano da escludere totalmente.