Spezia, Italiano: “Spiace perdere così. Normale soffrire, ma non possiamo concedere gol e deprimerci”

L’Impatto con la serie A si è fatto sentire.

di Redazione Il Posticipo

Non era facile per lo Spezia, contro il Sassuolo e lontano da casa. E l’impatto con la Serie A si è fatto immediatamente sentire per la matricola, travolta dalla marea neroverde. Italiano commenta così la sfida nel dopopartita su Sky Sport.

IMPATTO – Momento storico, ma risultato da dimenticare. “Anche se siamo in tanti all’esordio non fa piacere perdere in questo modo. Per 60′ abbiamo tenuto il campo e testa a una squadra che lavora insieme da tanto tempo come il Sassuolo. Noi siamo nati 15 giorni fa e abbiamo qualche difficoltà. La base è buona ci manca l’amalgama, ma dobbiamo essere veloci a trovarlo. La Serie A ha esigenze diverse di velocità di gioco e pensiero. La squadra ha comunque mostrato qualcosa anche se non dobbiamo cedere pallone agli avversari. Era normale soffrire, dobbiamo crescere su tutti i punti di vista. Non possiamo concedere gol e deprimerci. Sono situazioni a cui andremo spesso incontro, mai abbattersi”.

PROSPETTIVE – Lo Spezia deve ancora prendere forma. “Fondamentale non perdere il pallone, perché a questi libelli diviene complicato riconquistarlo. In questo momento occorre inserire i nuovi. C’è gente che è appena arrivata. In questo momento ci serve solo del lavoro”. Un possibile arrivo è Llorente. O Santander. “A prescindere dalla carta d’identità servono calciatori che vengano con entusiasmo giusto perché qui ci sarà molto da soffrire. Sono in ballo nomi importanti, calciatori di qualità. Questa è una categoria dove nessuno ti aspetta. Non possiamo permetterci cattive figure”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy