Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Spezia, il “no” di Giampaolo lascia la panchina a Thiago Motta

CAGLIARI, ITALY - AUGUST 23: Thiago Motta of Spezia reacts during the Serie A match between Cagliari Calcio v Spezia Calcio at Sardegna Arena on August 23, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Continua l'incertezza intorno alla panchina dello Spezia.

Redazione Il Posticipo

Nuovo capitolo nella telenovela Thiago Motta. Lo Spezia potrebbe continuare  con il suo attuale tecnico al netto di un rapporto non ottimale (eufemismo) con la squadra. Neanche la vittoria con il Napoli sembrava poter cambiare il destino del tecnico italobrasiliano che però, secondo le ultime news provenienti dalla Liguria e riportate da acspezia news potrebbe proseguire la sua esperienza in bianconero.

CLAUSOLA - Motta è appeso al filo da tempo. L'aria di esonero prima era stata mitigata da una clausola di 400 mila euro, da versare al tecnico italo brasiliano in caso di esonero prima del 2022. Con ogni probabilità l'idea era di risparmiare su una cifra, non ingente per una società di serie A ma sufficiente per pagare un sostituto sino a fine stagione. In questo senso, l'esonero... posticipato a fine anno rappresentava la soluzione ideale. Poi però lo Spezia ha vinto a Napoli. E da lì è cambiato tutto. Anche perché vi sono anche altri fattori che rischiano di far saltare il banco.

NO - Alla base della decisione di prolungare la fiducia a Thiago Motta un "no", quello di Giampaolo che avrebbe declinato l'offerta di condurre la squadra ligure nella seconda metà della stagione. Un colpo di scena che mette in discussione anche il direttore sportivo Pecini. Secondi quanto riportato il feeling fra il ds e il tecnico non è mai sbocciato e adesso sembra ai minimi termini. Tuttavia dalla parte di Thiago Motta ci sono i risultati. L'allenatore è salito su una squadra in corsa, ha avuto una estate condizionata dal focolaio covid che ha di fatto impedito allo Spezia di giocare in preseason. In questo momento sarebbe salvo, lasciandosi alle spalle squadre che appaiono oggettivamente più quotate come Cagliari e Genoa.

FUTURO - Resta da capire quale sarà il futuro, che sembra comunque scritto... sulla sabbia. Alla ripresa del campionato lo Spezia affronterà l'Hellas in casa e poi avrà lo scontro diretto con il Genoa a Marassi e la Sampdoria al Picco. Tre partite che potrebbero ridisegnare gli scenari verso qualsiasi orizzonte. Andasse male, Motta perderebbe comunque il posto. Se invece la classifica dovesse continuare ad avere contorni rassicuranti, non avrebbe senso cambiare. L'unica certezza è che il "no" di Giampaolo non mette totalmente al sicuro Motta.