Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Spezia, Gyasi non basta a Gotti: 1-3 contro lo Sparta Rotterdam

Spezia, Gyasi non basta a Gotti: 1-3 contro lo Sparta Rotterdam - immagine 1
La squadra ligure incassa una sconfitta.

Redazione Il Posticipo

Dopo il buon 3-0 rifilato al Servette, lo Spezia incassa una sconfitta. Nel secondo test amichevole del ritiro spagnolo, la squadra di Gotti incappa in un 1-3 contro lo Sparta Rotterdam. Test match sui generis. La partita si è giocata in tre tempi, uno da 45’ e gli altri due da 30’ in modo da permettere ai due allenatori di far ruotare uomini e sperimentare nuove soluzioni tattiche in vista della ripresa del campionato.

CRONACA

—  

Nel primo dei tre tempi lo Spezia gioca un buon calcio ma offre un po’ troppo spazio alle ripartenze e al 31’ arriva il vantaggio olandese con Verschueren che anticipa tutti sfruttando un cross proveniente dalla sinistra. Lo Spezia imbastisce una reazione, Sala e Bastoni sfiorano il pari ma i primi 45’ si chiudono in svantaggio. Nel secondo tempo Gotti cambia sei undicesimi della squadra. Verde dà vivacità all’attacco e va vicino all’1-1 direttamente da calcio d’angolo. Ci prova senza fortuna anche Bourabia, ma il canovaccio non cambia. Lo Spezia gioca e lo Sparta segna. Il secondo gol olandese arriva quasi in fotocopia. Al 22’ ancora un cross dalla sinistra, questa volta è Saito ad anticipare tutti e insaccare. Kovalenko, Strelec e  Gyasi non trovano la via della rete. Nel terzo tempo al 15’ i liguri accorciano meritatamente le distanze. Palla di Reca per Gyasi che si fa trovare puntuale all’appuntamento. Dopo 2’ però nuova ingenuità che porta all’1-3 di Tahiri che fissa il risultato finale.

REAZIONI

—  

Fra i protagonisti del match, Salva Ferrer. Le sue dichiarazioni sono riprese dal sito ufficiale dello Spezia. “Il risultato non ci premia, ma è stata una partita importante perché ci permette di continuare a mettere minuti nelle gambe. Il risultato di oggi non è positivo, noi entriamo in campo sempre per cercare di vincere, ma oggi la priorità era cercare di crescere nella nostra forma fisica. Credo sia positivo affrontare squadre di livello perché queste partite ci aiuteranno per presentarci nella migliore condizione possibile in campionato anche perché sarà fondamentale ripartire forte sin da subito. Adesso torniamo a concentrarci sulla preparazione perché fra non molto ci attende una sfida molto difficile contro l’Atalanta. Prima però affronteremo il Groningen, un'altra squadra forte e organizzata”.