calcio

Spalletti e una calma poco…Olimpica

Spalletti subisce l'effetto...Olimpico? Spesso il tecnico toscano perde la calma o si lascia andare a gesti troppo plateali. Accaduto due volte a Roma e una a Torino.

Redazione Il Posticipo

Spalletti, una calma poco.... Olimpica. Il tecnico toscano rimedia la sua seconda espulsione stagionale dopo l’allontanamento da Marassi. Allora, fu un “rosso” determinato da un eccesso di esultanza. Questa volta invece, per una reazione esagerata alla decisione arbitrale. E non è la prima volta che accade. Spalletti non è nuovo a manifestazioni di rabbia, più o meno comiche, prima e dopo la partita. Basti pensare al “quale emozioni” che ha fatto la storia e il giro del web qualche anno fa allo Zenit.

TARE - Il primo episodio risale all’11 aprile del 2009 il suo ultimo derby del primo periodo romano. La sfida finisce 4-2 per la Lazio e fra primo e secondo tempo c’ è un diverbio, anche piuttosto acceso, con Tare che agita il dito davanti al tecnico per invitarlo a non proseguire con le proteste. Morganti interviene e seda la lite con un doppio rosso. Sembra tutto chiarito, ma la lite prosegue nel post partita. Accuse e contro accuse davanti alle telecamere.

ROCCHI – Ancora l’Olimpico, questa volta contro la Roma. Una sfida particolarmente sentita da ex (ed è la seconda espulsione contro una sua vecchia squadra in stagione). In un contrasto che vede protagonista Zonzi, Rocchi fischia il fallo, interrompendo così un break che avrebbe portato a una ripartenza pericolosissima. La reazione è plateale. Spalletti scarica litri di adrenalina in capo agitandosi sin troppo. Rocchi non può esimersi dall’allontanarlo e Spalletti, nel dopo partita, riconosce le proprie colpe ammettendo di aver esagerato. Evidentemente l’Olimpico è uno stadio particolare che gli trasmette più elettricità rispetto agli altri.

OLIMPICO – E l'effetto...Olimpico che si estende anche lontano dalla capitale. Non è quello di Roma, ma di Torino... L’Inter di Spalletti è incornata dal Toro nonostante Sirigu, il portiere granata, risulti il migliore in campo. Sconfitta maldifgerita da Spalletti che al momento di salutare Mazzarri quasi gli stritola la mano con un ghigno che dice tutto... Sarà il nome dello stadio?