Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Spagna, primo positivo al coronavirus anche in Segunda Division: è Jonathas, vecchia conoscenza tricolore

Il coronavirus in Spagna tocca anche la Segunda Division. E il calciatore che ha annunciato di essere positivo è una vecchia conoscenza del calcio italiano. L'attaccante brasiliano dell'Elche Jonathas, che aveva già presentato sintomi, è stato...

Redazione Il Posticipo

Dopo la notizia della positività di Ezequiel Garay, il primo calciatore della Liga ad aver contratto il coronavirus, tocca anche alla Segunda Division. E il calciatore che ha annunciato di essere positivo è una vecchia conoscenza del calcio italiano. Marca spiega che l'attaccante brasiliano Jonathas de Jesus, che aveva già presentato sintomi, è stato colpito dal Covid-19 e che di conseguenza dovrà rimanere in isolamento. L'annuncio arriva dopo che il club aveva dichiarato in un comunicato ufficiale che un calciatore della rosa era stato colpito, ma senza aver reso pubblico il nome del giocatore in questione.

IN ITALIA - Jonathas è appena tornato in Spagna nel mercato invernale, dopo che era già stato all'Elche qualche stagione fa. Il pubblico italiano lo ricorda perchè all'inizio del decennio appena terminato è stato un calciatore di Brescia, Pescara, Torino e Latina, prima di continuare il suo giro del mondo che lo ha visto trovare squadra anche in Germania e in Russia. Per lui un'ottima stagione in Serie B con la maglia del Brescia, prima di passare al Pescara di Stroppa, che poi lo ha prestato al Toro. Sia in Abruzzo che in Piemonte non ha lasciato particolari ricordi, mentre tornando in B al Latina ha ricominciato a segnare.

ELCHE IN QUARANTENA - Naturalmente, tutta la squadra spagnola dovrà adottare le misure necessarie per evitare la diffusione del contagio ed è quindi in quarantena. Nessun problema, comunque, perchè come in Italia anche in Spagna il calcio è fermo e quindi i calciatori potranno passare le due settimane di isolamento previste senza doversi preoccupare. Resta però forte la polemica in Spagna, visto che nelle scorse settimane si è sottovalutata la portata dell'epidemia. Ma ormai ora c'è poco da recriminare...