Spagna in ginocchio, Rubiales: “Vogliamo finire la stagione ma non abbiamo date certe”

Spagna in ginocchio, Rubiales: “Vogliamo finire la stagione ma non abbiamo date certe”

Luis Rubiales non fissa alcuna data per il ritorno alle competizioni, ma rimarca che l’obiettivo della Federazione Spagnola è e resta quello di chiudere la stagione.

di Redazione Il Posticipo

La Spagna ha superato i numeri di morti della Cina. Il paese è in ginocchio. Il presidente della Federcalcio, Luis Rubiales, come riportato da Marca,  ha parlato in conferenza stampa:  non è stata fissata alcuna data per il ritorno alle competizioni, ma ha rimarcato che l’obiettivo della Federazione Spagnola è e resta quello di chiudere la stagione.

STOP – Lo stop sta mettendo a dura prova il calcio spagnolo anche dal punto di vista economico: “Il calcio è qualcosa di molto poco importante in questo momento di fronte al problema che abbiamo. Nonostante ciò, dobbiamo continuare a lavorare. Tutto il calcio  è unito e le misure  sono state accettate. Non pensiamo alle date non siamo indovini né chiromanti. Dovremo dare la possibilità che i protagonisti competano nelle migliori condizioni. L’hotel della Federazione è a disposizione delle autorità per tutto ciò che vogliono farci. I professionisti che si prendono cura delle persone hanno bisogno di aiuto. Concorderemo tempi e modi con FIFA e UEFA e altre federazioni”.

ECONOMIA – Restano però da fissare le nuove misure economiche: “La Federazione ha da parte una significativa somma di denaro. Se La Liga lo vorrà, parleremo. Abbiamo lavorato su una linea di finanziamento di 500 milioni di euro. Speriamo di poter presto tornare alla normalità. Dobbiamo dare un messaggio di solidarietà. Non è necessario spremere i giocatori. L’obiettivo è aiutare il calcio spagnolo e la società. Per quanto riguarda gli atleti che avevano il diritto di partecipare alle Olimpiadi lo faranno l’anno prossimo. Sarebbe ingiusto che chi aveva il diritto di partecipare quest’anno non possa andare a Tokyo”. Quando si tornerà, infine, le partite saranno disputate a porte aperte: “L’intenzione della Federazione è quella di tornare a giocare. E con il pubblico. Non possiamo dare risposte certe, ma vogliamo che siano con il pubblico. Finale di Coppa del Re compresa”.

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy