Spagna, è caso Banega: l’ex interista senza mascherina in una discoteca dove c’è stato un focolaio di coronavirus

Spagna, è caso Banega: l’ex interista senza mascherina in una discoteca dove c’è stato un focolaio di coronavirus

In giro per il mondo, tra prime ondate e focolai di ritorno, la questione coronavirus è tutt’altro che risolta. Ma nonostante il peggioramento dei numeri, in Spagna qualcuno non ha decisamente capito bene…

di Redazione Il Posticipo

In giro per il mondo, tra prime ondate e focolai di ritorno, la questione coronavirus è tutt’altro che risolta. In Spagna preoccupa una situazione che va in crescendo e che ha colpito anche il calcio, come dimostra il caso del Fuenlabrada, che non ha potuto giocare l’ultima partita di Segunda Division, finendo invischiata nel caos che ha portato alla retrocessione del Deportivo La Coruña. Il club ha riportato parecchi contagi e bisogna solamente ringraziare il fatto che la stagione da quelle parti sia finita, altrimenti ci sarebbero stati parecchi problemi nelle settimane a venire. Ma nonostante il peggioramento dei numeri, qualcuno non ha decisamente capito bene…

DISCOTECA – È il caso di Ever Banega. Il centrocampista del Siviglia, che nella prossima stagione sarà un giocatore dell’Al Shabab, è rimasto in Spagna per terminare la Liga e l’Europa League, in cui i biancorossi dovranno affrontare la Roma. Ma sono i suoi comportamenti fuori dal campo, visto il caos coronavirus, che fanno parecchio discutere. Marca spiega che l’ex interista è stato pizzicato in discoteca di Valencia senza mascherina, con tanto di video che circolano sui social network. Già un qualcosa di problematico, che però diventa pericoloso se si considera che dodici persone che lavorano nel locale sono risultate positive al tampone…

POLEMICHE – Nel bel mezzo di un focolaio e senza nessuna precauzione, non proprio quello che ci si aspetta in tempi di crisi. E soprattutto da un calciatore professionista, che però non è nuovo a comportamenti del genere. Il quotidiano spagnolo spiega infatti che Banega e sua moglie sono già stati protagonisti di un’altra polemica. Prima che ricomminciasse la Liga, la coppia è finita sotto i riflettori per aver preso parte a un barbecue con altri calciatori del Siviglia, in occasione del quale non si erano rispettate le distanze di sicurezze e neanche l’obbligo di indossare la mascherina. Il Siviglia ora è col fiato sospeso. E a una decina di giorni dall’Europa League, non certo il modo migliore di preparare una partita importante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy