Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Spagna, che attacco a Victor Valdes da un suo calciatore: “Mi ha trattato come una m***a, pensa di essere su FIFA. Ma siamo esseri umani, non figurine”

(Photo credit should read PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

La carriera da allenatore di Victor Valdes, ex portiere del Barça delle meraviglie, continua a essere abbastanza accidentata. Già quando ha guidato le giovanili blaugrana, ha avuto problemi che lo hanno portato al licenziamento. E anche ora che...

Redazione Il Posticipo

La carriera da allenatore di Victor Valdes, ex portiere del Barça delle meraviglie, continua a essere abbastanza accidentata. Quando ha preso in mano le giovanili del club catalano, ha subito fatto notare un temperamento non proprio controllabile, che gli è valso prima i rimproveri della società e poi, dopo appena qualche mese, il licenziamento dalla guida tecnica della squadra Juvenil A. Ora l'ex estremo difensore ha una nuova panchina, quella dell'Horta, squadra di Tercera Division, ma anche lì le cose non vanno benissimo. Come spiega Sport.es, prima Valdes ha deciso di licenziare due suoi collaboratori, poi di fare lo stesso...con parte della prima squadra.

ESSERI UMANI - Una scelta che ha causato parecchie polemiche, in particolare da parte dell'attaccante Sergi Moreno. Che, come spiega la testata catalana, ha parlato con il canale pubblico locale Betevé e ha fatto un ritratto dell'ex portiere non proprio edificante parlando del motivo per cui è stato escluso dalla squadra. "Chi ha fatto le cose male o nel modo sbagliato non è l'Horta, ma Víctor Valdés. Siamo calciatori, ma siamo anche esseri umani e lui mi ha trattato come una m***a. Eravamo in palestra a fare esercizi quando è arrivato vicino a me, ad Adri e a Coro e ci ha detto che non contava più su di noi, che calcisticamente non eravamo quello che si aspettava".

TENSIONE - Non proprio il modo migliore per dare una notizia del genere a dei calciatori che sono esclusi dal progetto. Ma le critiche di Sergi Moreno vanno oltre questo singolo episodio. "Pensa di essere su FIFA, ai videogiochi, pensa che i calciatori siano figurine. Ma nello spogliatoio c'è tantissima tensione, i ragazzi non stanno giocando come sanno. Ed è un peccato, perchè l'Horta ha una rosa con cui lottare per qualsiasi obiettivo, ma non ci si riesce". Insomma, non un tipo tranquillo, come avevano già potuto constatare i calciatori delle giovanili del Barcellona. Ma anche la dimostrazione che non sempre i calciatori allenano con metodi che ricordano i loro maestri, considerando che il portiere...ha giocato parecchio con Guardiola!