Sostituzioni…ovunque e cartellini molto più pesanti: ecco le nuove regole sperimentate al Mondiale per Club

Nelle fasi finali del Mondiale per Club verranno sperimentate delle modifiche al regolamento. Tra rimesse in gioco, sostituzioni e cartellini, ecco le regole a cui…potremmo doverci abituare presto.

di Redazione Il Posticipo

Nonostante il poco interesse mediatico, il Mondiale per Club resta senza dubbio una competizione molto prestigiosa. E capita spesso che sia il torneo in cui le squadre si trovano in una condizione particolare: giocarsi il titolo in uno sport leggermente diverso da quello che si è abituati a praticare. Ad esempio, in un’edizione precedente era stata sperimentata la VAR e le risposte sul campo hanno portato a rivedere i parametri d’utilizzo e i criteri da rispettare. In questa edizione, il Real Madrid e le altre partecipanti avranno la possibilità di interfacciarsi con dei nuovi provvedimenti.

FUORI AREA – A riportare queste possibili modifiche al regolamento è la testata spagnola Marca che accoglie con gioia l’abolizione di una regola definita…la più “assurda del mondo”. Si tratta della norma per la quale, su rimessa dal fondo, un attaccante non può intercettare un passaggio del portiere prima che la palla fuoriesca dall’area di rigore. Ora non sarà più necessario che la palla esca, ma la giocata offensiva (cioè il movimento del calciatore) deve comunque, ovviamente, iniziare da fuori dei sedici metri. Musica per gli amanti del pressing alto!

TEMPO – Se poi è vero che la VAR viene spesso contestata per la conseguente perdita di tempo, si è cercato di smussare la questione. E quindi è allo studio una regola per la quale, al momento delle sostituzioni, il giocatore designato ad uscire dovrà abbandonare il campo attraverso la linea del perimetro del campo che gli è più vicina, mentre il subentrante dovrebbe continuare a fare il proprio ingresso dal centro del campo. Insomma, sostituzioni…ovunque e niente più lunghe processioni verso il centro del campo nel tentativo di perdere tempo.

CARTELLINI – Una ulteriore novità dovrebbe arrivare anche sul fronte sanzioni disciplinari: l’ammonizione o l’espulsione di un giocatore, dovrebbe andare a gravare sulla manifestazione successiva. Così, se ad esempio Sergio Ramos (uno…a caso!) dovesse essere espulso nell’ultima partita del Mondiale per Club, dovrebbe scontare la squalifica contro il Villarreal in Liga. Questa potrebbe essere un’idea per tenere gli animi più pacati durante una competizione alla quale non c’è certezza di ripartecipare, almeno nel breve termine. E un modo come un altro per far arrabbiare ancora di più gli allenatori con i calciatori indisciplinati!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy