calcio

Soprannomi pazzi: tanti auguri a “Palle d’Oro”, mentre Pep si gode…il suo cavernicolo

Redazione Il Posticipo

 (Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Strana anche la storia di Federico Santander, "El Ropero" ovvero l'armadio. L'attaccante del Bologna ha svelato come nasce il suo soprannome: "Con l'Under 20 del Paraguay vincemmo una partita contro il Venezuela grazie ad un mio gol. Il giorno dopo un noto giornalista doveva fare l'editoriale sulla partita e mi chiamò El Ropero. Leggevamo tutti quel giornale, i miei compagni videro il soprannome e iniziarono a chiamarmi così".

Potresti esserti perso