Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Son segna, Kane sogna: “Possiamo fare qualcosa di importante”. Mou “6-1 o 1-0, sempre tre punti”

BURNLEY, ENGLAND - OCTOBER 26: Son Heung-Min of Tottenham Hotspur celebrates after scoring his team's first goal  during the Premier League match between Burnley and Tottenham Hotspur at Turf Moor on October 26, 2020 in Burnley, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Lindsey Parnaby - Pool/Getty Images)

Il Tottenham coglie una vittoria importantissima che esalta l'ambiente

Redazione Il Posticipo

Tre trasferte, nove punti. Il Tottenham vince in casa del Burnley una di quelle partite che a fine stagione pesano tantissimo sull'economia della classifica. Son e Kane si scambiano i ruoli. Il capitano nelle vesti di uomo assist, il coreano indossa i panni del goleador. 1-0 non bellissimo ma utile per piazzarsi in scia alla vetta. - 2 da Everton e Liverpool. Quanto basta e avanza per sognare in una Premier che è ancora in attesa di un padrone.

IMPORTANTE - A fine partita l'entusiasmo è tangibile. Kane, ai microfoni della BBC, si lascia andare all'ottimismo: "Siamo stati sempre insieme da tempo, il gruppo si è compattato, molti di noi si conoscono da cinque anni. ì vicini per così tanti anni, molti di noi sono stati insieme per quattro o cinque anni. Gli acquisti effettuati in questa stagione sono stati fantastici e anche noi stiamo accumulando esperienza. Siamo consapevoli che squadra e i giocatori che abbiamo possiamo raggiungere qualcosa di importante. Abbiamo ancora molto da imparare e su cui costruire, ma penso che serate come questo ci darà molta fiducia. So che è una frase fatta ma non penso a vincere la Premier. Proviamo a ragionare di partita in partita".

FILOSOFIA - Mourinho invece la prende con filosofia. Il tecnico sottolinea l'importanza dei tre punti a prescindere dal risultato finale. " 6-1 o 1-0, importa poco. Una vittoria vale comunque tre punti quindi sono contento. Sapevo che tipo di partita ci aspettava e ho detto ai ragazzi che questa non era una serata in cui pensare al gioco o al bel calcio. Proprio per questo il risultato mi rende particolarmente felice. Questa è la tipica partita in cui c'è il rischio di perdere due punti. Abbiamo davvero una buona squadra".