Solskjaer incensa Rashford: “Cresciuto moltissimo come uomo e calciatore. Adesso recuperiamo terreno”

Solskjaer incensa Rashford: “Cresciuto moltissimo come uomo e calciatore. Adesso recuperiamo terreno”

Solskjaer orgoglioso di Rahsford e del suo United. Il tecnico si candida a un gran finale di stagione

di Redazione Il Posticipo

Solskjaer orgoglioso di Rahsford e del suo United. In primis, però, del gesto del suo calciatore che ha elargito i buoni pasti vincendo… la sua partita con Boris Johnson. “Quello che ha fatto significherà per lui più di qualsiasi goal che ha segnato finora, perché ha cambiato la vita delle persone.” Le sue parole sono riprese da Sky Sports

ORGOGLIOSO – Il tecnico dello United ha spesso posto l’accento sulla qualità umana dei calciatori. E Rashford incarna perfettamente i valori tecnici e comportamentali pretesi dall’allenatore norvegese: “Siamo estremamente orgogliosi, sono sicuro che la sua famiglia sia estremamente orgogliosa. Ha capacità umane, leadership e qualità. È stato il capitano per noi nella semifinale della Coppa Carabao e vogliamo aiutarlo nel suo percorso di crescita. Ha 22 anni ma sta maturando in fretta”

RIENTRI – Fra l’altro Rashford ha superato i problemi alla schiena e sarà recuperato. Come Pogba. “Marcus ha voglia di tornare. Si è adattato benissimo da attaccante sinistro sia nei processi tattici che decisionali. Compie sempre il movimento giusto e fisicamente è sempre difficilissimo da affrontare. Paul ha avuto una stagione più complessa, ma ha lavorato duramente per farsi trovare pronto. Adesso deve recuperare il ritmo partita. Nessuno può aspettarsi che entrambi siano al 100% ma io sono paziente e fiducioso di conservare lo slancio che avevamo quando ci siamo fermati”.

CULTURA  – Il lavoro di Solskjaer passa anche attraverso una rivoluzione culturale: “Sono entusiasta e ottimista stiamo iniziando a plasmare la squadra e molto contento della crescita dei calciatori. I nuovo acquisti si sono rivelati adatti alle esigenze del club. Abbiamo cambiato il modo di lavorare, è una bella sensazione. Ci serviva un ambiente che fosse stimolante e anche di crescita. Adesso sono rimaste nove partite, è una mini stagione. La nostra sfida è recuperare il terreno perso per strada”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy