Solskjaer sfida Mourinho e lancia l’allarme ai suoi giocatori: “Se perdiamo contro il Tottenham mi licenziano…”

Solskjaer sfida Mourinho e lancia l’allarme ai suoi giocatori: “Se perdiamo contro il Tottenham mi licenziano…”

Il futuro del norvegese è in bilico: i risultati e la posizione in classifica del Manchester United non convincono dirigenza e tifosi e il suo futuro sembra sempre più lontano dall’Old Trafford, dove è atteso il Tottenham di José Mourinho in cerca di riscatto…

di Redazione Il Posticipo

Per Ole Gunnar Solskjaer, dopo i segnali premonitori arriverà anche l’ufficialità? Il manager norvegese è rimasto chiuso fuori dal centro di allenamento di Carrington il giorno dopo il pareggio contro l’Aston Villa all’Old Trafford (2-2) costato altri 2 punti pesanti in ottica quarto posto. Nemmeno il calendario strizza l’occhio al Manchester United: nel turno infrassetimanale di Premier League, i Red Devils sfidano il Tottenham di José Mourinho in cerca di vendetta.

RISCHIO ESONERO – Quasi un anno fa il portoghese è stato esonerato dallo United che ha scelto il norvegese al suo posto. Curiosamente quasi 12 mesi dopo potrebbe essere proprio lo Special One a spingere la dirigenza dei Red Devils a cacciare Solskjaer. Secondo quanto riportato dal Sun, “il norvegese ha avvisato i suoi giocatori che verrà licenziato se la squadra dovesse perdere contro il Tottenham”. Un modo in più per far sentire in colpa i giocatori qualora dovesse arrivare un’altra prestazione deludente? Tutto può essere, in questa vigilia infuocata in casa United.

FANTASMA POCH – Se gli Spurs spingeranno lo United a cambiare manager potrebbero fare un favore a Mauricio Pochettino: secondo la stampa inglese, l’argentino è il candidato numero uno per sostituire Solskjaer. Uno scenario singolare considerando che è stato proprio il Tottenham a far perdere il lavoro al manager, che si è preso una pausa nella sua Argentina, ma scalpita già in vista della prossima avventura. Nemmeno le rassicurazioni di Ed Woodward, vice presidente esecutivo dello United, sono riuscite a tranquillizzare Solskjaer, che intravede il capolinea del suo mandato. Dopo 14 giornate lo United è più vicino alla zona retrocessione (+6 sul Southampton terzultimo) che al quarto posto (-8 dal Chelsea). I numeri inchiodano Ole: adesso i giocatori dovranno salvarlo dalla vendetta di Mou.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy