Solskjaer rivela la grande paura di Piqué e il difensore conferma: “È vero, allora se lo ricorda!”

Solskjaer rivela la grande paura di Piqué e il difensore conferma: “È vero, allora se lo ricorda!”

Solskjaer, prima della sfida di Champions contro il Barcellona, rivela la grande paura di Gerard Piqué. E il difensore blaugrana conferma di aver paura degli… aghi.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono delle persone che a primo impatto, potrebbero sembrare delle vere e proprie montagne. Si tratta di quelle persone estremamente sicure di sé che non lasciano trapelare nessuno dei propri punti deboli. Ma, alla fine, tutti gli esseri umani, qualche paura, qualche debolezza, in fondo in fondo, ce l’hanno. C’è chi è terrorizzato dagli spazi chiusi, chi ha paura di qualche tipo di animale, c’è chi ha paura dell’acqua e chi dai luoghi affollati. Una paura molto diffusa, per esempio, è quella degli aghi. Una paura che ci si porta spesso dietro dall’infanzia, che si palesava ogni qualvolta si fosse al cospetto di un medico o di un infermiere. Certo, personaggi come Gerard Piqué, danno a vedere di essere apparentemente indistruttibili e ci riescono finché arriva qualcuno come Solskjaer che, chissà quanto innocentemente, rivela una loro paura.

OLE-LEAKS – L’allenatore del Manchester United ha condiviso lo spogliatoio con un giovanissimo Gerard Piqué durante gli ultimi anni della propria carriera da calciatore, mentre l’attuale vice capitano del Barça era andato a farsi le ossa in Premier League. Per molto tempo, i due si sono persi di vista. Ma ora che si devono incontrare di nuovo per la sfida di Champions League, come riporta il Sun, a Solskjaer torna in mente il punto debole del fortissimo difensore che darà noie ai propri attaccanti. “È davvero un bravo ragazzo, sorride sempre, scherza, un ottimo compagno ma so che ha paura degli aghi. Quindi, forse esporremo un ago per lui“. Chissà se in attacco, invece di Lukaku, a fronteggiare Piqué, Solskjaer deciderà di schierare uno degli infermieri del club per spaventarlo.

LA RISPOSTA – Ma come solo una persona sicura di sé come Piqué sa fare, invece di negare il tutto e sottolineare maggiormente di avere un punto debole, conferma le parole dell’ex compagno di squadra: “È vero. Ho questa paura da quando ero piccolo. Odiavo davvero gli aghi e ricordo solo ora che Ole lo sapesse. Dopo tanto tempo nel calcio, a volte ne hai bisogno e devi sentire quel po’ di dolore per guarire in fretta. Ora sono un po’ più abituato ma quando ero più giovane ne ero terrorizzato“. Parlato del suo spauracchio, poi, Piqué risponde ai complimenti dell’ex compagno norvegese: “Quando sono arrivato a Manchester avevo 17 anni e lui era uno dei giocatori più grandi. Sicuramente, mi ha aiutato moltissimo ad adattarmi al club, al paese e alla città. Ricordo che era a fine carriera e aveva qualche problema con degli infortuni ma quando mi allenavo con lui vedevo che aveva la qualità giusta per fare gol. Sono contento che ora lui sia in panchina e sta facendo un gran lavoro. Da quando c’è lui hanno vinto molte partite, stanno giocando molto meglio e credo che sarà una partita durissima“. Ma mai quanto un prelievo!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy