Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Solskjaer: “La Superlega? Siamo la squadra dei Busby Babes. Preferisco guadagnarmi l’Europa sul campo”

MANCHESTER, ENGLAND - MARCH 08: Manchester United manager Ole Gunnar Solskjaer and Manchester City manager Pep Guardiola look on during the Premier League match between Manchester United and Manchester City at Old Trafford on March 08, 2020 in Manchester, United Kingdom. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Il tecnico dello United non lascia spazio alle interpretazioni.

Redazione Il Posticipo

Soslkjaer rompe il silenzio sulla Superlega. Settimana assolutamente complicata in casa United. L'adesione alla proposta ha scatenato l'ira dei tifosi ed è costato il posto a Ed Woodvaard che ha lasciato il posto di amministratore delegato. L'allenatore ha parlato in conferenza stampa. Le sue parole sono riprese dal manchestereveningnews.

FELICE - Solskjaer ha apprezzato che la società abbia recepito le parole dei tifosi. "Sono che felice che i tifosi abbiano espresso la loro opinione e che li abbiamo ascoltati. Anch'io sono un tifoso, e ci sarà un giorno in cui tornerò e guarderò il Man United come uno dei tanti fan soffrendo per la paura di perdere una partita. Anche per questo non mi è piaciuto il concetto della Super League. Preferisco guadagnarmi il diritto di giocare in Europa. Siamo stati pionieri e protagonisti siamo stati i Busby Babes, abbiamo una tradizione ma non ci si può arrogare il diritto di esserci solo per il nome. Fra l'atro, giocare con la paura di fallire non puoi dartela perché il tuo nome è tale e tale, devi guadagnarti il ​​diritto di essere lì. Fra l'altro, giocare con la paura di fallire sprona a dare sempre qualcosa più de massimo. Cercare il limite".

TIFOSI - Il tecnico ha anche affrontato i tifosi in settimana. Un dibattito acceso ma mai oltre le righe. Sia in campo che fra i dirigenti.  "Il calcio non è niente senza tifosi. E sono molto felice che tutti i club abbiamo ammesso il loro errore.  Personalmente, ho pensato che ascoltarli fosse giusto. Il nostro dialogo è stato assolutamente pacifico. Abbiamo trascorso una buona decina di minuti insieme. E ci siamo ripromessi di essere una squadra migliore. Del resto sono qui per questo. Il mio lavoro è quelli di portare risultati , In questo senso ho avuto un rapporto di lavoro molto, molto buono con Ed. Il club dovrà fare a meno di lui, ma sono sicuro che il Man United che ha costruito possa cogliere un titolo".