Solskjaer: “Il Manchester United come… i Chicago Bulls”

La serie Netflix, The Last Dance, ha riscosso molte approvazioni di livello. Una di queste è quella di Ole Gunnar Solskjaer che paragona i Chicago Bulls degli anni ’90 allo United.

di Riccardo Stefani

In questo periodo di quarantena si parla spesso di serie TV. C’è una serie per qualsiasi genere e ovviamente, per ogni sportivo. In questa ottica, sembra che The Last Dance, abbia riscosso molte approvazioni. Una di queste è quella di Ole Gunnar Solskjaer che paragona i Chicago Bulls degli anni ’90 al Manchester United.

L’ULTIMO BALLO – Solskjaer, stando a quanto racconta a Football Focus, paragona quei Chicago Bulls allo United di Sir Alex Ferguson: una squadra stellare, imbattibile e uno scoglio da affrontare che fa venire voglia agli avversari di non provarci nemmeno. “Se vai su Netflix, c’è The Last Dance con Michael Jordan! Mi riporta a quando giocavo nella grandissima squadra di Sir Alex“. Insomma, tanto per far capire come il norvegese ha passato il lockdown: molto più tempo a disposizione, molte più serie TV guardate.

SIMILITUDINI – Evidentemente il tecnico ha trovato una serie di similitudini che rendono i bulls molto simili alla squadra capace di dominare in Inghilterra e in Europa. Individuando anche i personaggi in… comune. “Loro avevano Michael Jordan come leader, noi avevamo Roy Keane. Vedo molte, moltissime somiglianze tra quella squadra e la mia. Questa serie TV è stata illuminante. Qualcosa di grandioso da guardare“. C’è anche un altro destino in comune, però: alla fine del loro “ultimo ballo” sia il club di calcio di Manchester che quello di basket di Chicago, hanno visto un declino più o meno brusco. Michael Jordan e Scotty Pippen, Roy Keane e Ryan Giggs: nomi marchiati a fuoco nella storia dello sport e che ancora non hanno trovato epigoni. Al netto della caratura tecnica, anche e soprattutto in termini di vittorie e titoli.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy