Solskjaer e il giro d’Europa…in centottottanta minuti: da Leicester a Lione per spiare il PSG

Solskjaer e il giro d’Europa…in centottottanta minuti: da Leicester a Lione per spiare il PSG

Dopo venti minuti dal triplice fischio di Leicester-United, Solskjaer si è catapultato in aeroporto, direzione Lione. Dalla sfida contro il PSG, dipende il futuro del tecnico norvegese.

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester United continua a vincere, e Solskjaer appare sempre più saldo sulla panchina dei Red Devils. La vittoria per 1-0 contro il Leicester, avvicina sempre più i rossi di Manchester ad un posto in Champions League, all’apparenza irraggiungibile ai tempi di Mourinho. L’obiettivo Champions, però, è duplice. Il tecnico norvegese, non punta solamente alla partecipazione europea del prossimo anno, ma anche alla permanenza nella competizione attuale.

PSG – Prossimo avversario in Europa, il Paris Saint-Germain, impiegato contro il Lione nel posticipo della Ligue 1. Che l’impegno degli ottavi di finale sia preso estremamente sul serio da parte di Solskjaer, lo si capisce dalla sua presenza nello stadio del Lione. Ospite d’onore, per osservare da vicino i pregi ma, soprattutto, i difetti del PSG, uscito sconfitto per 2-1. Un tour de force ammirevole: come riporta il Sun, dopo appena venti minuti dal fischio finale di Leicester-United, il tecnico si è catapultato in aeroporto, direzione Lione, insieme al proprio assistente. Il tempo di un’ora di volo e di un trasferimento in città e il tecnico dello United era già in Francia per dare un’occhiata ai prossimi avversari.

FUTURO – Per un ottimo motivo: da quanto riportano in Inghilterra, gran parte del futuro di Solskjaer, dipende dalla sfida contro il PSG. Il tecnico norvegese continua ad acquisire sempre più consensi dagli addetti ai lavori, ma sarà la sfida contro i francesi il vero crocevia. Solskjaer è convinto di poter rimanere sulla panchina dei Red Devils e arrivare ai quarti di finale in una stagione in cui si erano perse le speranze convincerebbe tutti a confermarlo. Lo sa bene Solskjaer, che nel giro di tre ore, passa dal Leicester Stadium al Parc Olympique, due stadi lontani più di mille chilometri. E se questa scelta dovesse pagare, potrebbero essere le tre ore meglio spese della stagione!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy