Solskjaer, contratto di tre anni… e chiamata a Ferguson! “È stata una delle prime cose che ho fatto…”

Solskjaer, contratto di tre anni… e chiamata a Ferguson! “È stata una delle prime cose che ho fatto…”

Il Manchester United lo sceglie come manager permanente e lui ringrazia il suo mentore. Solskjaer si gode la possibilità di guidare i Red Devils per le prossime tre stagioni. Una conferma meritata a suon di risultati utili… e imprese europee!

di Redazione Il Posticipo

Essere sponsorizzato da un mostro sacro gli ha dato sicuramente una mano. Ma Ole Gunnar Solskjaer si è guadagnato la conferma sul campo: in Premier League ha fatto un filotto di risultati utili che è durato da quando ha rimpiazzato José Mourinho a metà dicembre fino alla sconfitta sul campo dell’Arsenal di due settimane fa. Agli ottavi di Champions poi ha ribaltato a sorpresa il Psg. Quando ha appreso che lo United avrebbe puntato su di lui per i prossimi tre anni, Solskjaer ha fatto qualche chiamata… e il destinatario di una delle prime non sorprende affatto!

OLE CHIAMA ALEX – Nella sua prima conferenza stampa da manager permanente dei Red Devils, Solskjaer ha detto di avere un solo obiettivo nella testa: quello di trasformare lo United in un club di campioni. Il tecnico norvegese ha rivelato anche quale è stata una delle prime telefonate fatte per festeggiare il suo contratto triennale da 8 milioni di euro all’anno: “Ho sentito Sir Alex Ferguson. Non dirò ciò di cui abbiamo parlato, ma è una delle prime telefonate che fai quando vieni a sapere queste cose”. L’ex attaccante non ha nascosto tutta la sua felicità: “Quando le persone trovano un nuovo lavoro dicono spesso che è quello dei loro sogni, questa cosa vale per me più di chiunque altro. Ho sempre sperato che potesse arrivare un giorno come questo. Ho una responsabilità enorme e fantastica nei confronti di una squadra che è la mia famiglia. Sono onorato e privilegiato”. E anche a Sir Alex avrà fatto tanto piacere rivedere un suo pupillo strappare così tanti applausi sulla sua vecchia e amata panchina.

OBIETTIVO – Dopo le chiamate… testa agli obiettivi! Solskjaer ne ha uno su tutti: riportare al più presto il club in cima alla Premier League sei anni dopo l’ultima volta, quando a festeggiare a fine anno è stato proprio lo United di Sir Alex Ferguson. “Sollevare nuovamente il trofeo della Premier è ciò che ci aspettiamo, ciò a cui siamo abituati, ciò che abbiamo fatto tante volte. Riuscire a farlo è vitale per noi, ma non accadrà stanotte… Bisognerà farlo passo dopo passo, però so che avremo successo. Non vedo l’ora che i miei giocatori provino la sensazione che solo una vittoria sa dare”. Solskjaer sogna di lasciare un bel ricordo di sé il giorno in cui lascerà il suo amatissimo club: “Spero di farlo col sorriso dopo aver dato tante gioie allo staff, ai giocatori e ai tifosi. Questo è tutto ciò che posso fare e promettere in questo momento. Sarò sempre me stesso, un ragazzo ottimista e positivo. Voglio solo essere il migliore Ole”. Lo United si coccola il suo nuovo entusiasta allenatore… nel segno di Sir Alex Ferguson!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy