Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Solskjaer chiama a raccolta i giocatori: “Siate da esempio in questo momento”

ll manager del Manchester United afferma che i calciatori hanno ancora un ruolo da svolgere nella società, impegnata ad affrontare la pandemia.

Redazione Il Posticipo

Solskjaer chiama a raccolta i giocatori e rinnova loro la fiducia. Come riportato dal sito ufficiale del club, il manager del Manchester United afferma che i calciatori hanno ancora un ruolo da svolgere nella società, impegnata ad affrontare la pandemia.

MODELLI - Il tecnico norvegese ha voluto ricordare ai calciatori come, in un momento del genere, sia fondamentale essere da esempio. "Dobbiamo compiere un passo indietro e lasciare che siano osannati i veri eroi di questo momento. Chi lavora in prima linea contro la pandemia va applaudito. Penso che tutti apprezzino e ammirino ciò che stanno facendo. Noi siamo consapevoli che il calcio è importante. Ho visto i giocatori in videoconferenza, li ho visti sfidarsi in allenamento e soprattutto inviarsi messaggi mirati ad attenersi ai dettami dell'OMS. Il calcio è una grande cassa di risonanza credo sia fantastico che i ragazzi mostrino anche il loro lato umano".

CRISI - Il tecnico dello United è convinto della professionalità dei suoi giocatori: "Sono abbastanza maturi per agire nel modo giusto durante l'attuale crisi". A qualcuno è stato concesso di rientrare a casa. "Non ho dovuto dare molti consigli su come debbano comportarsi. Qualcuno ha commesso degli errori, ma sono contento di loro. La cosa principale, adesso, è prendersi cura di sé e delle proprie famiglie. So che anche a loro manca allenarsi e giocare di fronte a degli stadi pieni, ma so che sono pronti a sopportare il sacrificio per il bene comune lavorando da casa e contribuendo finanziariamente e umanamente alla crisi, dedicandosi a chi ne ha bisogno".

CORDOGLIO  -  Solskjaer in giornate tremende per l'Inghilterra e il mondo intero, non dimentica infine chi soffre per la perdita dei propri cari. "Purtroppo questo virus colpisce chiunque. Mando un caloroso abbraccio a Guardiola, gli sono molto vicino. L'ho sempre ammirato come uomo, oltre che come allenatore e spero che si possa stringere ai suoi familiari in un momento così difficile come questo".